Menfi‬, Comune nel caos: 30mila € per spedire 5600 avvisi d’accertamento ICI e TARSU ai cittadini, poi ritirati

30mila € spesi per l’invio di avvisi di accertamento che poi vengono ritirati in autotutela. I menfitani si sono visti recapitare degli avvisi per tasse già pagate, o per persone non più in vita

Con l’obiettivo di racimolare nuove risorse finanziarie, il comune di Menfi negli ultimi tempi, a partire dal novembre scorso, ha aumentato l’attività accertativa delle tasse locali.
In particolare, il comune ha provveduto a notificare ai menfitani 2291 avvisi ICI per il 2008 e 2548 per il 2009, nonché 770 avvisi di accertamento Tarsu per i due anni di riferimento.

Per tutto il processo burocratico, dalla estrazione dei files alla notifica, passando per la stampa degli avvisi, l’ufficio tasse del Comune di Menfi si è avvalso della collaborazione di due società esterne (la Halley Consulting e la Consul Informatica), liquidando le relative prestazioni un importo complessivo di 30314,40 euro.

Diverse anomalie sono state riscontrate dai cittadini menfitani, i quali si sono visti recapitare degli avvisi  per tasse già pagate, o per persone non più in vita, come è stato già rivelato in precedenza  ( A Menfi la TARSU si paga anche al Cimitero ).

In questi mesi numerosi cittadini si erano recati presso gli uffici del Comune di Corso Bilello chiedendo l’annullamento o la revisione di questi avvisi: molti cittadini, infatti, non sono in grado di produrre le ricevute di un pagamento effettuato oltre quattro anni fa, mentre c’è chi non è neppure nelle condizioni di potere effettuare altri esborsi di denaro non preventivati.
Centinaia sono state, quindi, le richieste di riesame presentate agli uffici dai contribuenti menfitani.

Così, con provvedimento del 04/02/2014, l’ufficio tasse ha fatto marcia indietro, sospendendo in autotutela gli avvisi di pagamento notificati, per un periodo di 90 giorni dalla data di presentazione della richiesta di riesame.
La giunta, dal canto suo, ha approvato l’atto col quale acconsente alla rateizzazione del pagamento così formulato:
– Importo minimo rateizzabile € 150,00
– Importi compresi fra € 150,00 e €1.000 in massimo 5 rate mensili
– Importi oltre i € 1.000 in massimo 8 rate mensili

Il procedimento di riesame non sospende i termini per presentare ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale avverso l’atto di accertamento del tributo.

(http://belicenews.it/notizie/?r=3sk)

Annunci

Non si arresta l’allarme spazzatura a Lido Fiori. Ma è sempre colpa degli incivili?

CHE FINE HA FATTO LA PROMESSA DEL SINDACO LOTA’ DI FARE IL GIRO DEL PAESE OGNI MATTINA ALLE 7?

lido fiori spazzatura

lido fiori spazzatura 12,12,13

lido fiori spazzatura 02.01.2013

lido fiori spazzatura 02.01.2014

Lido Fiori si risveglia ancora tra la spazzatura, con i resti dell’immondizia sparsi lungo le strade dai cani randagi.

I cumuli maleodoranti di rifiuti continuano a costituire l’arredamento di una località turistica sempre più sporca e abbandonata a se stessa.
Il sindaco Lotà i soldi della Tarsu se li è presi ma l’immondizia è ancora la.

A lamentarsi della tassa sono principalmente i residenti della borgata menfitana, i quali vivono tutto l’anno a Lido Fiori.

Alcuni blog locali, come Belicenews.it e comunalimenfi hanno ricevuto alcune foto che ritraggono la mancata raccolta della spazzatura: “A Lido Fiori è di nuovo emergenza rifiuti. Tutti i cassonetti sono stracolmi di rifiuti – si legge su Belicenews.it – e i cani randagi stanno disseminando la spazzatura per tutto il manto stradale. A quando un intervento?”.

Domenico Giovinco, commentando su FB, aggiunge: “E i fari spenti di Via delle Palme e Via delle Margherite dove li mettiamo? Parole, parole, parole, soltanto parole. Questa è la politica del dire e non del fare”.

L’amministrazione, rispondendo ad una precedente denuncia, aveva spiegato che questa situazione era da addebitare ad alcuni cittadini non virtuosi, che utilizzano i cassonetti della fascia costiera per conferire i rifiuti in maniera indifferenziata, non contribuendo così al mantenimento del decoro cittadino.

Ma può essere sempre colpa dei cittadini “incivili”. Oppure chi amministra dovrebbe – come aveva promesso in campagna elettorale – alzarsi alle sette del mattino e farsi un giro del paese per risolvere immediatamente questi problemi di carattere ambientale e di sanità pubblica?

Menfi, ambiente: successo per la giornata ecologica. Attivata l’Eco Card

L’Amministrazione Comunale, nell’ambito delle iniziative inserite nel programma delle manifestazioni estive, ha organizzato la giornata ecologica denominata: “Puliamo la nostra spiaggia”. 
Tra lo stupore generale ma soprattutto quello dei bagnanti, nel vedere il Sindaco partecipare in prima persona assieme ai numerosi gruppi appartenenti alle varie Associazioni locali, la manifestazione che si è svolta a Porto Palo nella giornata di Domenica 17 Luglio, ha voluto rappresentare un momento d’autentica educazione ambientale, ponendosi come obiettivo primario quello di dare un’immagine più decorosa e partecipata del nostro territorio, creando le condizioni per far crescere una coscienza ambientalista e di forte identità territoriale fra tutti i cittadini che vivono nella Borgata di Porto Palo ed i turisti che popolano le nostre spiagge.
L’iniziativa si ripeterà domenica prossima, sempre alle ore 10, presso la località balneare di Lido Fiori.

Intanto la Sogeir ATO AG 1 ha reso noto alla cittadinanza che, a seguito delle sollecitazioni dell’Amministrazione Botta, è stata attivata l’ECO CARD, cioè la tessera magnetica per l’ottenimento di un bonus in euro che contribuirà all’abbattimento della Tarsu.

Ambiente, Menfi festeggia la giornata dell’ambiente con l’estensione della raccolta porta a porta

Si celebra oggi in tutto il mondo la Giornata mondiale dell’ambiente, il World enviroment day, istituita dall’Onu per ricordare la Conferenza di Stoccolma sull’Ambiente Umano del 1972, nel corso della quale prese forma il Programma ambiente delle Nazioni Unite, l’Unep.

Anche l’amministrazione comunale di Menfi ha aderito all’edizione 2010 della GIORNATA MONDIALE DELL’AMBIENTE illustrando stamane,

eco calendario ritiri rifiuti

durante una conferenza stampa congiunta con Sogeir ATO AG1, la presentazione dell’estensione della raccolta differenziata “porta a porta” sull’intero centro urbano che partirà a fine mese. In merito, sono in fase di distribuzione i kit comprendenti un contenitore marrone da 25 litri per la raccolta dell’umido, uno giallo da 50 litri per carta e cartone e, per chi ha lo spazio, un altro marrone da 120 litri per vetro, plastica e alluminio.

Inoltre, sarà consegnata alle famiglie menfitane l’Eco-card, che servirà per l’ottenimento di un bonus in Euro, che sarà erogato dalla So.ge.i.r. e che contribuirà all’abbattimento della Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani.

Per il Sindaco, “è importante lavorare tutti insieme per migliorarci, a partire dai piccoli gesti: ridurre l’utilizzo e la dispersione di sacchetti di plastica, promuovere la raccolta differenziata, piantare un alberello magari. Le possibilità sono infinite”.