A Menfi valloni puliti e sicuri. VIDEO e FOTO

A Menfi lavori di pulizia straordinaria dei valloni e delle strade di campagna. Polemica a Sciacca. Video e foto http://wp.me/perQi-yH

 

Menfi, valloni puliti. Riunione tecnico-operativa tra i vertici ESA – Consorzio di Bonifica – Comune. Interventi anche sulle strade di campagna. VIDEO e FOTO

Saranno conclusi entro pochi giorni a Menfi i lavori di pulizia dei valloni “Foce Mirabile”, “Mandrarossa” e “Cavarretto” che assicureranno il regolare deflusso delle acque piovane durante la stagione invernale.

Tre gli enti coinvolti nell’operazione di pulizia straordinaria voluta dall’Amministrazione Botta, realizzati grazie ad un protocollo d’intesa tra l’Esa, ente sviluppo agricolo, il Comune di Menfi ed il Consorzio di Bonifica Agrigento 3.

Vallne ripulito

Oggi a Menfi incontro operativo tra i vertici dell’ESA – Ing. Maurizio Cimino, Direttore Generale dell’ESA, Geom. Antonino Tacci, Capo di Gabinetto, Ing. Gaetano Schirò, Capo Servizio meccanizzazione agricola dell’ESA e Dott. Calogero Bonifacio Responsabile nucleo meccanizzazione ESA Ribera – e del Comune di Menfi con a capo il Sindaco Dott. Michele Botta, il Vice sindaco e Assessore ai lavori pubblici, Ing. Antonino Di Carlo e l’Assessore all’Agricoltura Dott. Vincenzo Nastasi: dopo un sopralluogo presso tutti i valloni interessati all’intervento, esprimendo grande soddisfazione per l’esecuzione e la conduzione dei lavori, sono stati dettati i termini per la conclusione dei lavori stessi definiti in pochi giorni.

“Un altro obiettivo è stato realizzato da quest’Amministrazione – dice il Sindaco Botta – che ha mantenuto un altro impegno assunto con i cittadini. Questi lavori di manutenzione straordinaria dei valloni consentono il regolare deflusso delle acque piovane prevenendo il rischio di esondazioni, un rischio non solo per le coltivazioni ma anche per le abitazioni presenti lungo il corso dei valloni. Un intervento che strizza l’occhio anche alla bellezza del territorio, da sempre apprezzato dai numerosi turisti che frequentano le nostre località balneari”.

Vallone prima dell'intervento

“Dopo Menfi – dice l’Ing. Cimino -, questi interventi sono stati realizzati con successo anche in altri comuni. L’ESA è dislocata su tutto il territorio siciliano e detiene sia un parco macchine che personale specializzato che vengono messi a disposizione dei comuni siciliani. La realizzazione di questi lavori, attraverso le convenzioni con gli Enti, integrano l’attività della protezione civile”.

“Tali interventi erano stati effettuati negli anni ’90 – dice l’Assessore Nastasi – dal Consorzio di Bonifica 3 – Agrigento ex Basso Belice Carboj – con un finanziamento regionale di 1.000.000.000 delle vecchie lire. Oggi il progetto, obiettivo tra l’altro di quest’Amministrazione, è stato realizzato in economia, sostenendo soltanto il costo dei carburanti e dei lubrificanti. Un sentito ringraziamento all’ESA non solo per aver consentito questo intervento sui valloni, ma anche per averci messo a disposizione tre operai specializzati, che hanno consentito di effettuare, dal mese di febbraio al mese di ottobre, la manutenzione delle strade interpoderali”.

Accogliendo le istanze di numerosi cittadini, infatti, è stato possibile effettuare una manutenzione straordinaria anche su quelle strade di campagna che quotidianamente vengono percorse dagli agricoltori menfitani per raggiungere le proprie terre.

“L’ESA consente ai Comuni – dice L’Ing. Schirò – di sfruttare anche i mezzi meccanici con relativo conducente/operatore che necessitano per la manutenzione delle strade interpoderali. Le convezioni anche in altri comuni siciliani sono state attivate anche per questo tipo di intervento”.

Menfi, lavori in corsi per gli alloggi popolari

Scavi in corso a Menfi nell’area della ex baraccopoli di San Michele. Nasceranno qui gli ultimi 75 alloggi popolari finanziati dal Dipartimento della Protezione Civile nell’ambito degli interventi di rimozione delle baracche.

 Nei mesi scorsi era stato sottoscritto a Menfi, tra il Comune, La Protezione Civile e la ditta appaltatrice  l’accordo per la realizzazione dei 75 alloggi popolari che saranno consegnati ad altrettante famiglie rimaste senza tetto dopo lo sbaraccamento effettuato qualche anno fa ed in baracca dal ’68.

Era una promessa oggi mantenuta – dice il sindaco Michele  Botta – fatta dalla Protezione civile a queste famiglie disagiate che erano state sbaraccate e alloggiate provvisoriamente in abitazioni civili il cui affitto è stato pagato dalla protezione civile. L’Amministrazione si è attivata – continua il Primo Cittadino – per velocizzare i tempi burocratici che sono servite all’ottenimento delle giuste autorizzazioni per la realizzazione dei cantieri, altrimenti si sarebbe rischiato di fare slittare tale decisione a tempi lunghissimi, nell’ordine di qualche anno. Ora finalmente a breve inizieranno i lavori e grazie al nostro interessamento potranno essere impiegate maestranze locali.

Gli alloggi saranno realizzati tra Via Risorgimento e Via Dante.
Due palazzine saranno invece realizzate nell’area del quartiere San Michele ed un’altra nella zona di trasferimento.

Menfi, al via lavori per 75 nuovi alloggi popolari

Sottoscritto a Menfi, tra il Comune, La Protezione Civile e la ditta appaltatrice “Ciro Menotti di Catania”, l’accordo per la realizzazione di 75 alloggi popolari che saranno consegnati ad altrettante famiglie rimaste senza tetto dopo lo sbaraccamento effettuato qualche anno fa ed in baracca dal ’68.

Era una promessa oggi mantenuta – dice il sindaco Michele  Botta – fatta dalla Protezione civile a queste famiglie disagiate che erano state sbaraccate e alloggiate provvisoriamente in abitazioni civili il cui affitto è stato pagato dalla protezione civile. L’Amministrazione si è attivata – continua il Primo Cittadino – per velocizzare i tempi burocratici che sono servite all’ottenimento delle giuste autorizzazioni per la realizzazione dei cantieri, altrimenti si sarebbe rischiato di fare slittare tale decisione a tempi lunghissimi, nell’ordine di qualche anno. Ora finalmente a breve inizieranno i lavori e grazie al nostro interessamento potranno essere impiegate maestranze locali.

Gli alloggi saranno realizzati tra Via Risorgimento e Via Dante.
Due palazzine saranno invece realizzate nell’area del quartiere San Michele ed un’altra nella zona di trasferimento.

Piero Capizzi

Grande stagione per gli ultraleggeri che solcano il cielo di Menfi

Grande successo quest’estate  per la prima stagione di attività per l’aviosuperficie per il decollo e l’atterraggio di aeroplani ultraleggeri.

L’aviosuperficie “Terranova”, nei pressi di Lido Fiori, che fino all’anno scorso era dedicata solo al volo di  deltaplani e mongolfiere, quest’estate ha allargato il campo della propria attività anche agli areoplani ultraleggeri.

L’autorizzazione giunta dall’Ente nazionale per l’aviazione civile ha permesso, quindi, agli amanti del cielo, di utilizzare la pista menfitana per il volo di piccoli velivoli ed aggiungere un’ulteriore attrattiva turistica al comune di Menfi.

Il volo ultraleggero è praticato con velivoli che, grazie alle loro particolari caratteristiche di velocità, peso, autonomia, lo rendono accessibile ad una grande schiera di appassionati.

Il campo volo di Menfi si trova in contrada Terranova, lungo la costa sud occidentale della Sicilia, posta tra l’area dei templi dorici di Selinunte e l’area degli scavi archeologici di Eraclea Minoa a due passi dalla costa mediterranea.

Si vola con “deltaplani a motore” (Pendolari). Sono formati da un’ala simile a quelle usate per il volo libero, alla quale viene agganciato un carrello che sostiene il motore, il sedile, il serbatoio e gli strumenti. Il pilotaggio avviene mediante la variazione della posizione tra ala e carrello ottenuta con lo spostamento della barra solidale all’ala. Il movimento che ne consegue ha causato la loro designazione: ” Pendolari”. Hanno prezzi molto abbordabili e caratteristiche di volo che li rendono molto sicuri: leggerezza e possibilità di decollare e atterrare da campi molto corti.

Il volo in ultraleggero è un’attività sempre soggetta alle condizioni atmosferiche, e qualsiasi cancellazione in questo senso è rivolta alla vostra stessa sicurezza. La durata dell’esperienza varia in base a fattori quali condizioni atmosferiche e numero dei partecipanti. L’esperienza, briefing e volo, dura approssimativamente un’ora, ma nel complesso può essere che si debba rimanere al centro una mezza giornata.
Il volo sarà effettuato singolarmente assieme ad un istruttore o pilota abilitato.
Gli spettatori sono sempre benvenuti e sono invitati a portare macchina fotografica e binocolo per assistere e immortalare il meglio dell’esperienza.
Volare non è poi tanto arduo. Basta avere quel pizzico di entusiasmo e di…coraggio!

Stragi del sabato sera, sindaco lancia le ronde di genitori

Ronde di genitori in giro di notte per i locali dei giovani. Dopo l’ennesima giovane vittima della strada il sindaco di Menfi (Ag), Michele Botta, lancia una proposta innovativa alla città per sensibilizzare tutti al problema della sicurezza stradale e all’abuso di alcol da parte dei giovanissimi.

“Ho voluto incontrare le forze dell’Ordine, il clero, la Croce rossa, i dj locali, la consulta giovanile per affrontare insieme una problematica che riguarda non solo l’Amministrazione comunale ma la città intera – dice Botta -. Confrontandoci è nata questa idea: gruppi di genitori volontari gireranno a turno, nelle ore notturne dei weekend, per i locali frequentati dai giovani con l’obiettivo di distogliere i ragazzi dall’assunzione eccessiva e sregolata di alcool. Potranno avvisare telefonicamente i familiari o le forze dell’Ordine, anche per segnalare gli eventuali gestori di locali che non rispetteranno le ordinanze”.

È quasi pronto, infatti, il divieto dell’Amministrazione a vendere alcolici ai minori di 16 anni: le multe colpiranno sia i gestori dei locali, sia i genitori dei minori colti sul fatto.

“È un modo per responsabilizzare le famiglie – continua il sindaco – e agire insieme per scongiurare altre tragedie. Da parte nostra stiamo preparando una campagna di sensibilizzazione con la Croce Rossa e ci impegniamo all’acquisto di un etilometro e un autovelox per affinare i controlli”.

Sabato 1 agosto, inoltre, da Piazza Vittorio Emanuele partirà una fiaccolata che giungerà fino al bivio di Porto Palo, in memoria di tutte quelle persone che hanno perso la vita su quella strada maledetta. L’evento è stato promosso dai familiari di Daniele Puccio, il 17enne morto lo scorso weekend, purtroppo solo l’ultimo di una terribile serie.

Sbaraccamento, Workshop della protezione civile

Resta alta l’attenzione della protezione civile regionale riguardo al superamento delle problematiche ambientali nella valle del belice dove il terremoto del 68 ha lasciato un terribile ricordo, ossia le baraccopoli. Per fortuna, adesso le baracche sono soltanto un triste ricordo. Il dipartimento regionale della protezione civile ha infatti in gran parte ultimato lo smantellamento dei materiali contenenti fibre di amianto. Di tutto questo si e’ parlato stamane durante un workshop che la protezione civile ha voluto organizzare a Santa Margherita Belìce. E a Menfi tutto e’ pronto per l’inizio dei lavori di realizzazoione di oltre 70 alloggi popolari. L’attivita’ della protezione civile nel territorio della valle del belice continua. E a tal proposito, il dipartimento regionale ha voluto oggi anche offrire uno strumento di lavoro utile agli uffici e agli enti locali che dovranno affrontare non soltanto la problematica ambientale, ma piu’ in generale tutte le tematiche legate alle emergenze, con diversi comuni, e’ tornato a ribadire il responsabile della protezione civile della provincia di agrigento Maurizio Cimino, che non sono ancora dotati del piano di emergenza.

(fonte rmk.it)