Spazzatura: ad agosto lascia e raddoppia (lo stipendio)

Lo scorso 30 giugno, a pochi giorni dall’insediamento, il sindaco, Vincenzo Lotà, la Giunta e alcuni consiglieri comunali si sono ritrovati a Porto Palo per l’operazione “Spiaggia Pulita“.

Con l’aiuto del “pulispiaggia” comunale, in un litorale quasi deserto, gli amministratori hanno raccolto un pò di plastica, qualche lattina, gli immancabili mozziconi di sigaretta, e qualche bottiglia di vetro.

Su di un rimorchio carico di rifiuti, il sindaco Vincenzo Lotà ha dichiarato: “Stiamo pulendo la spiaggia. Stiamo facendo il nostro dovere ed invitiamo tutti a farlo altrettanto”. VIDEO

PROPAGANDA?

Poi è arrivata l’estate. I turisti e i frequentatori di Porto Palo hanno riempito le spiagge della Menfi Marittima, ma di “operazione pulizia” nemmeno più l’ombra…

Le strade di collegamento da Porto Palo per Cipollazzo e Lido Fiori hanno cominciato a traboccare di rifiuti, e questa situazione è durata tutta la stagione: sono di queste ore le immagini dei rifiuti di Via Pisa, a Porto Palo, che da oltre 20 giorni non vengono raccolti…

spazzatura

Della situazione dei rifiuti lasciati a se stessi, si sono occupate anche le tv locali, mortificando la bandiera blu che da tanti anni la nostra Menfi Marittima riceve.

Il servizio televisivo si riferisce a ferragosto: ma a ferragosto sappiamo che i nostri amministratori erano giustificati! Infatti l’intera giunta non poteva programmare una tempestiva pulizia della spiaggia perché aveva un LEGITTIMO IMPEDIMENTO. Quale? Raddoppiare lo stipendio all’assessore Palminteri no?!

Menfi, “aggiustato” lo stipendio all’assessore

L’AUMENTO È RETROATTIVO A PARTIRE DAL 18 GIUGNO

La giunta comunale di Menfi non va in ferie. Anche nella settimana di ferragosto, gli amministratori menfitani hanno lavorato alacremente. Tra le misure adottate dalla giunta Lotà spicca la “Rideterminazione dell’indennità di carica dell’Assessore Saverio Palminteri” (delibera n.146 del 13/08/2013).

Saverio Palminteri

Saverio Palminteri

Partiamo dall’inizio. In una delle prime riunioni successive all’insediamento, la giunta aveva stabilito le proprie indennità: all’assessore all’Agricoltura era stato attribuito uno stipendio mensile di 794 euro: tutti gli amministratori avevano, poi, deciso di ridursi gli emolumenti del 30%, cosicché al rappresentante in giunta del Partito Democratico spettavano “solo” 555 euro.

Ma grazie al Sindaco Di Benedetto, anch’egli del PD, e alla sua richiesta di parere fatta alla Corte dei Conti, l’assessore Palminteri ha potuto ottenere la modifica della delibera n.110 del 21 giugno scorso in senso più favorevole.
Palminteri, infatti, secondo la Corte non rientrerebbe tra le categorie di impiegati pubblici che hanno diritto all’aspettativa: pertanto, può ottenere l’intera indennità di carica come Assessore del comune di Menfi, oltre alla retribuzione da parte della Pubblica Amministrazione di appartenenza (l’unione dei Comuni Terre Sicane, di cui il comune di Menfi fa parte).

A fine mese e per il resto del mandato, l’assessore ai servizi sociali percepirà un’indennità di carica integrale di 1.588,17 €, diminuita a 1.111,72 € in ragione della riduzione del 30% stabilita per il 2013 dalla giunta.

L’aumento di stipendio è retroattivo a partire dal 18 giugno.

(Belicenews.it)

Menfi, al via il primo anno scolastico della Scuola musicale comunale

Inaugurato oggi pomeriggio alle ore 15 il primo Anno Scolastico della Scuola Civica Musicale “Città di Menfi”.
“Dopo mesi di lavoro per la sua costituzione – dice il Sindaco Michele Botta – prendono il via le attività della Scuola musicale di Menfi che rappresenta un importante obiettivo di crescita culturale ed artistica per la Città di Menfi e per l’intero territorio provinciale”.
La Scuola è convenzionata e gestita didatticamente dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera.
I percorsi della formazione musicale di base su 3 livelli di competenze saranno sovrintesi e certificati dallo stesso Istituto, istituzione accreditata dal Ministero dellUniversità’ e Ricerca nel sistema nazionale dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM).
“È una grande opportunità per i giovani che hanno la passione della musica. Nel solco della tradizione musicale cittadina, che annovera tra i più insigni interpreti il maestro Antonino Palminteri, – conclude il sindaco Michele Botta – abbiamo voluto fortemente costituire questo istituto musicale comunale, chiave d’accesso al conservatorio e, quindi, al grande palcoscenico regionale e, perché no, nazionale.

Sono aperte le iscrizioni (senza limiti di età a partire dai 10 anni) per i seguenti corsi: Canto, Chitarra, Clarinetto, Flauto, Pianoforte, Tromba, Sassofono, Violino, Propedeutica Musicale. Altri corsi potranno essere attivati con una richiesta di almeno 3 studenti.