Silenzio, è estate!

E’ stata emanata dal Sindaco Lotà la nuova ordinanza che stabilisce gli orari per le “emissioni sonore” che modifica, in parte, la precedente del 2012.

Ciò che cambia in questo nuovo provvedimento sindacale sono gli orari entro cui si può far musica: nel periodo invernale il limite massimo è stato stabilito nell’1:00.

Nel periodo estivo, invece, lo stop agli spettacoli musicali è stato portato all’1:30 durante tutta la settimana;
il sabato e gli altri giorni prefestivi alle 2:30, a fronte delle 3:00 della precedente ordinanza.

A spingere il Sindaco Lotà a modificare gli orari per fare musica – si legge nell’Ordinanza – la necessità di evitare di “nuocere al riposo e alla quiete pubblica

Questa nuova ordinanza farà certamente discutere.
Intanto, a luglio inoltrato, i menfitani attendono ancora di conoscere il cartellone comunale degli eventi estivi alla cui assenza proprio i locali delle località balneari avevano cercato di supplire attraverso spettacoli ed intrattenimento musicale.

Annunci

Musica, il Sindaco: Porto Palo non diventi una casa di riposo

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta del Sindaco di Menfi Michele Botta indirizzata alle ragazze e ai ragazzi di Menfi.

Alle ragazze e ai ragazzi di Menfi

Carissimi,

in questi ultimi giorni di Agosto pare che si sia innescata una polemica su una mia ordinanza che disciplina gli orari di apertura e chiusura dei pubblici esercizi e lo svolgimento di intrattenimenti musicali all’interno degli stessi.

Alla base della contestazione, chiaramente basata su una errata interpretazione del provvedimento (rispetto a quanto mi hanno riferito diversi ragazzi, dj e gestori), starebbe la questione dell’orario entro il quale è possibile mettere musica e i relativi limiti di pressione sonora (decibel).

Premesso che l’ordinanza e’ stata emanata, tra l’altro a fine agosto, prevalentemente con lo scopo di armonizzare gli orari di apertura e chiusura delle diverse tipologie di esercizi pubblici con quelli relativi alla musica, circa la questione dell’orario, questo è stato CONFERMATO alle tre di notte per tutto il weekend, per come già prevedeva la mia prima ordinanza del 14 luglio 2008 (fino a quella data, con le precedenti amministrazioni, ricordo che si doveva staccare la musica all’1 di notte!) ed ESTESO anche ai prefestivi.
Per quanto riguarda i decibel, beh quei valori non me li sono certo inventati io… Ma, in ogni caso, a scanso di equivoci, sono gli stessi valori che vi hanno permesso di ballare e divertirvi per tre estati consecutive (2008-2010) e che, se lo vorrete, continueranno a farvi divertire a Menfi e a Porto Palo.
Vorrei aggiungere che anche a “Trefontane”, d’estate, la musica stacca alle tre e i valori di pressione sonora all’interno dei locali sono gli stessi di quelli previsti nella mia ordinanza…

Alcuni dj, poi, mi hanno chiesto di chiarire cosa s’intende per “singoli esecutori di fama” e se questa frase fosse riferita a loro per ciò che concerne la tematica delle autorizzazioni: certo che no! A meno che non sei un “DJ Albertino” di Radio Deejay o un “Vasco Rossi” non occorre l’autorizzazione della commissione provinciale pubblici spettacoli…

A conferma che tale ordinanza, per la sua articolazione e organicità, si sia potuta prestare, nelle sue prime uscite, a interpretazioni errate, posso tranquillamente affermare che anche due Vigili Urbani hanno preso un “abbaglio”, interrompendo un’attività di acquagym in spiaggia. Di questo mi sono già scusato col Presidente dell’associazione “Step Touch” e colgo l’occasione per scusarmi con tutti coloro che erano in spiaggia quel pomeriggio.

Ecco, io credo che prima di mobilitarsi per una causa, anche la più giusta, bisogna informarsi bene e, se del caso, incontrare il diretto interessato: in questo caso il vostro Sindaco. Oggi, ad esempio, ho incontrato i gestori dei locali e i dj: abbiamo chiarito tutti i “punti oscuri” della vicenda, si è capito che è possibile continuare a suonare e a ballare per come si è fatto tutta l’estate e abbiamo trovato insieme soluzioni condivise alla tematica anche per il futuro.

Porto Palo non è e non deve diventare una casa di riposo!
Anzi, è sul nostro litorale tutto che noi puntiamo per lo sviluppo turistico del nostro territorio e su cui penso che si debba scommettere per il futuro della nostra città e di voi giovani.

Vi esorto in ogni caso a contattarmi, la mia email è staff@comune.menfi.ag.it, ed io cerco sempre di trovare il tempo per rispondere a tutti.

In due anni da sindaco ho affrontato tante battaglie di libertà perchè le ho ritenute giuste e meritevoli di essere combattute; se le vostre rivendicazioni sono giuste e condivisibili sarò sempre onorato di essere al vostro fianco per trovare soluzioni condivise ai vari problemi.

IL SINDACO DI MENFI
dott. Michele Botta

Stragi del sabato sera, a Menfi pronta la campagna di sensibilizzazione Multe anche ai genitori dei minori che assumono alcol

Senza casco vado da Dio”, “Delle cinture io me ne sbatto”, “Alcol e velocità: un sabato sera da schianto”.
Con queste frasi d’effetto parte la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale e sul consumo moderato di alcolici, voluta dal Comune di Menfi, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana e Stampart95.

“Parlare ai giovani col linguaggio dei giovani – dice il sindaco Michele Botta –  con frasi d’effetto e con immagini forti che invitano a soffermarsi, anche solo per un attimo. Ecco, noi speriamo che anche solo per un attimo ci si fermi a riflettere sul valore della vita, che non può essere persa in un sabato sera o in una serata qualsiasi con gli amici”.

Cartelloni e locandine della campagna saranno affissi nella città e lungo le strade che collegano alle località balneari.

Pronte nel frattempo anche le due ordinanze sulla somministrazione di alcolici: la prima introduce la multa fino a 500 euro per i genitori (o esercenti la patria potestà) dei minori sorpresi ad acquistare alcolici (oltre alla tradizionale sanzione che va al commerciante); la seconda prevede limitazioni orarie per la vendita da parte dei negozi di alimentari.

Intanto arriva la disponibilità della Provincia alla messa in sicurezza delle principali arterie che conducono alle località balneari. Ieri la visita di un tecnico dell’Ente che ha effettuato un sopralluogo con l’assessore comunale alla viabilità Nino Mistretta. Tanti gli interventi richiesti: dal rifacimento del manto stradale alla segnaletica, dall’integrazione di guardrail, all’istallazione di dissuasori di velocità. Intanto, già dalla prossima settimana, il Comune di Menfi istallerà un semaforo lampeggiante lungo la strada Menfi – Lido Fiori e un altro semaforo sarà disposto successivamente nell’incrocio di via dei Pioppi con via degli Oleandri, sempre a Lido Fiori

 

Stragi del sabato sera, sindaco lancia le ronde di genitori

Ronde di genitori in giro di notte per i locali dei giovani. Dopo l’ennesima giovane vittima della strada il sindaco di Menfi (Ag), Michele Botta, lancia una proposta innovativa alla città per sensibilizzare tutti al problema della sicurezza stradale e all’abuso di alcol da parte dei giovanissimi.

“Ho voluto incontrare le forze dell’Ordine, il clero, la Croce rossa, i dj locali, la consulta giovanile per affrontare insieme una problematica che riguarda non solo l’Amministrazione comunale ma la città intera – dice Botta -. Confrontandoci è nata questa idea: gruppi di genitori volontari gireranno a turno, nelle ore notturne dei weekend, per i locali frequentati dai giovani con l’obiettivo di distogliere i ragazzi dall’assunzione eccessiva e sregolata di alcool. Potranno avvisare telefonicamente i familiari o le forze dell’Ordine, anche per segnalare gli eventuali gestori di locali che non rispetteranno le ordinanze”.

È quasi pronto, infatti, il divieto dell’Amministrazione a vendere alcolici ai minori di 16 anni: le multe colpiranno sia i gestori dei locali, sia i genitori dei minori colti sul fatto.

“È un modo per responsabilizzare le famiglie – continua il sindaco – e agire insieme per scongiurare altre tragedie. Da parte nostra stiamo preparando una campagna di sensibilizzazione con la Croce Rossa e ci impegniamo all’acquisto di un etilometro e un autovelox per affinare i controlli”.

Sabato 1 agosto, inoltre, da Piazza Vittorio Emanuele partirà una fiaccolata che giungerà fino al bivio di Porto Palo, in memoria di tutte quelle persone che hanno perso la vita su quella strada maledetta. L’evento è stato promosso dai familiari di Daniele Puccio, il 17enne morto lo scorso weekend, purtroppo solo l’ultimo di una terribile serie.