Minacce al Sindaco Botta. La terza intimidazione

E’ emergenza intimidazione in provincia di Agrigento.
Un crescendo di minacce e violenza che sembra non arrestarsi. Oltre il pm, Salvatore Vella, minacciato durante un convegno a Bivona di cui vi raccontiamo in altre pagine del giornale e dopo i “messaggi” tutt’altro che amichevoli ricevuti da imprenditori e pubblici amministratori (l’ultimo in ordine di tempo il sindaco di Siculiana, Mariella Bruno) ancora minacce per il sindaco di Menfi, Michele Botta, medico di 56 anni, al quale ignoti intimidatori hanno recapitato all’interno della cassetta della posta di casa sua, una busta con un messaggio con il quale gli si “ordinava” di lasciare il proprio incarico di sindaco. Michele Botta, da tempo è nel mirino di ignoti malviventi che tentano di “sollevarlo” dall’incarico con atteggiamenti e azioni di pretto stampo mafioso. E’ la terza lettera di minacce che gli viene recapitata in pochissimo settimane. Le precedenti lettere, sempre contenenti minacce di morte, sono state recapitate nel gennaio scorso a distanza di pochi giorni l’una dall’altra.
I carabinieri prontamente avvisati stanno conducendo le indagini. Non si esclude l’imminente intervento della Direzione distrettuale antimafia di Palermo e quello del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto, Francesca Ferrandino.

(fonte Grandangolo )