Lombardo a processo. Accusa di reato elettorale

La sua posizione nei mesi scorsi era stata stralciata

Lombardo, derubricata l’accusa
Non più mafia ma reato elettorale

Per il governatore siciliano e per il fratello Angelo, deputato nazionale, disposta la citazione a giudizio

CATANIA – Non più concorso esterno in associazione mafiosa ma violazione della legge elettorale con citazione diretta a giudizio. La procura di Catania ha chiuso l’indagine preliminare a carico del governatore siciliano e leader dell’Mpa Raffaele Lombardo, la cui posizione nei mesi scorsi era stata stralciata. L’inchiesta era stata successivamente avocata a sé dal procuratore facente funzione Michelangelo Patanè e dall’aggiunto Carmelo Zuccaro che ora hanno concluso il loro lavoro, ravvisando responsabilità meno gravi da quelle che erano state prospettate ad avvio dell’inchiesta, quando Lombardo correva il rischio di fare la stessa fine del suo predecessore Totò Cuffaro. Da un rapporto dei Ros risulta, infatti, che il governatore siciliano avrebbe goduto del sostegno economico ed elettorale del clan Santapaola e in particolare del boss Enzo Aiello. Su questa ipotesi la procura di Catania si è letteralmente spaccata in due con l’estromissione dei pm che ritenevano addirittura che ci fossero gli estremi per chiedere l’arresto di Lombardo. Passata nelle mani del procuratore Patanè e dell’aggiunto Zuccaro l’inchiesta ha chiaramente preso un’altra piega tanto da ipotizzare un’imminente richiesta di archiviazione. E invece la procura ha deciso comunque di contestare un reato, seppur minore, come la violazione della legge elettorale che prevede direttamente la citazione a giudizio saltando l’udienza preliminare.

LE POLITICHE DEL 2008 – Analogo provvedimento nei confronti del fratello Angelo, deputato nazionale sempre dell’Mpa. I due fratelli Lombardo sono stati citati a giudizio davanti alla quarta sezione penale del Tribunale di Catania in composizione monocratica il prossimo 14 dicembre. Nella notifica arrivata mercoledì all’avvocato catanese del governatore, Guido Ziccone, i pm contestano delle irregolarità alle politiche del 2008 che portarono all’elezione alla Camera di Angelo Lombardo. Per la condotta tenuta in quelle elezioni è chiamato a rispondere anche il governatore Raffaele Lombardo in quanto leader del Movimento per l’autonomia.

Alfio Sciacca

(corriere della sera.it)

Annunci

Menfi sul Corriere della Sera

 “La donna dai capelli al vento con il sapore dell’uva – I cannoli e la ricotta pescata calda con il mestolo. Scorribande a Menfi e Marsala, fra le vigne“.

Questo il titolo pubblicato oggi sul Corriere della sera, e dedicato a Menfi, il suo territorio e Inycon, a firma del giornalista Roberto Perrone, ospite di Inycon 2011.

“Acqua, terra fertile, il mare a creare una corrispondenza amorosa di profumi e sapori tra questo lembo meridionale di Sicilia e l’Africa. Il frutto di queste colline che digradano verso il mare era già il preferito di Giulio Cesare, giura Plinio il Vecchio – si legge nell’articolo di Perrone – . Ogni anno, a giugno, Inycon è il nome di una grande festa del vino nella piazza di Menfi su cui arriva, leggero e benigno, il vento salmastro che rende particolare l’avventura dei vigneti”.

Un passaggio fondamentale è quello dedicato alla linea principale delle cantine di Menfi, la Mandrarossa che Perrone definisce sulle colonne del Corriere “prodotto di punta della Cantina Settesoli, cooperativa di 2.300 soci, famiglie dove lo spirito dell’ospitalità è qualcosa di tangibile, come la ricotta calda pescata col mestolo dalla pentola e l’effluvio di cannoli”.

Infine anche un cenno al mare 15 volte bandiera blu ” Mi lascio cullare da queste storie di cultura, di vino, di umanità nel mare (bandiera) blu di Porto Palo. Affacciato sulla lingua di sabbia c’è il ristorante Vittorio e, oltre la collina, il Vigneto. Uno a pranzo e uno a cena, per non fare torti. ] Mi lascio cullare da queste storie di cultura, di vino, di umanità nel mare (bandiera) blu di Porto Palo. Affacciato sulla lingua di sabbia c’è il ristorante Vittorio e, oltre la collina, il Vigneto. Uno a pranzo e uno a cena, per non fare torti.”

Larticolo intero è consultabile su:
 http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_03/la-donna-dai-capelli-al-vento-con-il-sapore-dell-uva_b6b2686c-d5f0-11e0-a2ab-ce11126458a9.shtml

Inycon, Menfi sul Corriere della Sera

Sabato prossimo, 3 settembre, sul Corriere della sera, un articolo dedicato a Menfi, il suo territorio, le cantine e Inycon, a firma del giornalista Roberto Perrone.
Buona lettura!

Menfi sul corriere: “mare doc”

Pubblichiamo l’articolo del Corriere della Sera del 10 maggio 2011:

DAL 1998 SI RICONFERMA OGNI ANNO SPIAGGIA DI QUALITÀ
Menfi vince per la quindicesima volta la Bandiera blu per il mare pulito
La Sicilia celebra anche due new entry nella classifica del «mare doc» italiano: Lipari in provincia di Messina e Ispica nel ragusano

AGRIGENTO – Per la quindicesima volta Menfi è stata premiata con Bandiera blu 2011 per il mare pulito e le sue spiagge incontaminate. La cerimonia di consegna del riconoscimento internazionale assegnato dalla Fondazione per l’educazione ambientale, si legge in una nota del Comune, si è svolta a Roma, a Palazzo Chigi. Il sindaco Michele Botta ha ricevuto il vessillo blu, in rappresentanza del centro dell’agrigentino.

Menfi bandiera blu 2011 - L'assessore Ocello e il Sindaco Botta a Roma

Menfi bandiera blu 2011 - L'assessore Ocello e il Sindaco Botta a Roma

IL MARE DI MENFI – Per Menfi la Bandiera blu di quest’anno è la quattordicesima di fila: dopo la prima assegnazione nel 1992, infatti, dal 1998 il mare di Menfi viene premiato ogni anno ininterrottamente. «Sono soddisfatto per questa rinnovata conferma della qualità ambientale per il nostro mare», ha detto Botta. «Si tratta di un riconoscimento internazionale che non indica solo l’ottimo stato di salute delle acque marine della nostra costa, ma della qualità ambientale complessiva della zona e della sua completa vivibilità, che va condiviso con tutti gli operatori del settore e con i cittadini».

LE SPIAGGE DI QUALITA’ IN ITALIA – Le spiagge di qualità in Italia sono 233, due in più rispetto al 2010, distribuite in 125 Comuni. Lo conferma la graduatoria delle Bandiere blu 2011, che certifica non solo le acque pulite ma anche i servizi e il rispetto dell’ambiente delle località marine e lacustri. La Bandiera blu è un riconoscimento internazionale istituito nel 1987 che viene assegnato ogni anno in 41 nazioni con il sostegno e la partecipazione di Unep (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e dell’Organizzazione mondiale del turismo.

LE NEW ENTRY SICILIANE – La Sicilia celebra anche due new entry nella classifica del «mare doc» italiano. Si tratta di Lipari in provincia di Messina e Ispica nel ragusano. «È una inversione di tendenza che indica come in Sicilia si sta lavorando nella giusta direzione». Così commenta il buon risultato l’assessore all’Ambiente della Regione siciliana Gianmaria Sparma. «È un riconoscimento significativo», aggiunge Sparma, «perchè le Bandiere blu non sono solo un simbolo di qualità per le acque pulite, ma anche per i servizi e il rispetto dell’ambiente. Quello della difesa delle nostre coste e del mare è una delle priorità di questo governo, che si è fermamente opposto alle trivellazioni e ai parchi eolici off shore». Le Bandiere blu sventoleranno quest’estate anche a Fiumefreddo di Sicilia e Marina di Cottone in provincia di Catania, Pozzallo, Ragusa e Marina di Ragusa.
Redazione online
10 maggio 2011

Inycon 2011, ne parla il Corriere della Sera

Nel supplemento di Cucina del Corriere della sera una segnalazione di Inycon, Vino.Mare.Menfi edizione 2011, dal 24 al 26 giugno:

Ecco il testo dell’articolo:


Torna l’appuntamento con Inycon, la rassegna promossa dal Comune
di Menfi con le cantine Settesoli, giunta alla sedicesima edizione.
Tre giorni di incontri, degustazioni e spettacoli all’insegna del vinodi qualità, tra mostre, momenti di approfondimento e wine tasting . Non solo Bacco però:  nelle vie del centro c’ è “Cortili del gusto”, con il meglio dell’ enogastronomia regionale.

Qui puoi consultare la segnalazione pubblicata sulla rivista.

Il mare di Menfi al TG5

Il mare e le spiagge di Menfi anche sul TG5 di prima serata!

Menfi al tg5

Dopo le pagine on line del Corriere della Sera, anche il principale TG delle reti mediaset ha dato il meritato riconoscimento ad un lavoro di sensibilizzazione e cura ai temi della sostenibilità ambientale e del turismo ad esso legato.

Una promozione del territorio senza eguali per il litorale di Menfi che, con la pista ciclabile più lunga d’Italia, l’attenzione all’ambiente e alla raccolta differenziata porta a porta,  la bandiera blu e l’incremento delle energie alternative, si pone come nuovo polo d’attrazione per gli investimenti turistici degli operatori del settore.