Inycon 2009, il vino e i giovani

“Inycon Menfi” per un bere moderato, iniziative di sensibilizzazione.

“Perchè oggi, più che in passato, c’è bisogno di educare i giovani, che spesso sono propensi verso alcuni eccessi, a bere con consapevolezza, con garbo, con intelligenza”.

Lo ha detto il presidente di Enoteca italiana, Claudio Galletti, partecipando al talk-show “il Vino e i giovani”. Contro gli eccessi dei giovani e per un’opera di sensibilizzazione contro gli incidenti causati dalla guida in stato di ebbrezza, durante la tre giorni enoturistica di Menfi sono stati distribuiti centinaia di etilometri, molti i giovani che hanno deciso di fare l’alcol test prima di mettersi alla guida.

inycon 2009 - etilometro

inycon 2009 - etilometro

All’iniziativa hanno collaborato i membri dell’associazione “Genitori e figli” di Menfi che nel corso dell’evento hanno svolto varie attività di sensibilizzazione. L’obiettivo dell’associazione, nata in seguito alla morte del 17enne Daniele Puccio in un incidente stradale nel luglio scorso a Porto Palo, è quello di proporre e attuare una serie di iniziative volte a ristabilire un sano dialogo tra genitori e figli, condividendo le stesse idee, creando dibattito, “al fine di aiutare ad affrontare le difficoltà e superare le ansie e le paure tipiche della loro età“, spiega la mamma del giovane, Silvana Santino, che presiede l’associazione “Genitori e figli” che già vanta oltre 200 iscritti.

“Anche a Sciacca diversi genitori si sono organizzati e hanno creato pure loro un’associazione. Speriamo – conclude Silvana Santino – che ciò avvenga in altri centri perché un sano dialogo tra genitori e figli può evitare il ripersi di eventi drammatici”.

(articolo tratto da agrigentonotizie.it)

Annunci

Inycon e l’enoturismo

Dibattito sul turismo enogastronomico nell’ambito di Inycon a Menfi: problemi e prospettive nelle interviste di Bianca Mazzinghi.

(tratto dalla rivista specializzata Cronache di Gusto)

Tutto pronto per la quattordicesima edizione di “Inycon 2009”, Menfi diventa capitale dell’enoturismo. Cimino e Strano presentano “Inycon 2009 – Menfi e il suo vino”.

Inycon 2009 – Menfi e il suo vino

Articolo pubblicato dalla Redazione di www.bereilvino.it

Tutto pronto per la quattordicesima edizione di “Inycon 2009”, Menfi diventa capitale dell’enoturismo. Cimino e Strano presentano “Inycon 2009 – Menfi e il suo vino”.

Inycon 2009 - Menfi e il suo vino Si svolgerà dal 2 al 4 ottobre la quattordicesima edizione di Inycon 2009, la manifestazione di Menfi dedicata al vino e all’enoturismo, promossa dal comune di Menfi (Agrigento) e dalle cantine Settesoli, e patrocinata dagli assessorati regionali all’Agricoltura e al Turismo. L’evento è stato presentato stamattina, a palazzo d’Orleans, dagli assessori regionali all’Agricoltura, Michele Cimino, e al Turismo, Nino Strano, insieme al sindaco di Menfi, Michele Botta.

Per l’assessore all’Agricoltura, Michele Cimino “Creare un forte legame tra agricoltura, turismo, ambiente e cultura, rappresenta una leva strategica per lo sviluppo economico di un qualsiasi territorio. Questa tre giorni dedicata al vino, grazie a ‘momenti enogastronomici’ eccellenti, è un esempio concreto di contributo a un modello di sviluppo integrato, in cui la conoscenza del territorio è finalizzato a una più globale fruizione, capace di accogliere il consumatore più esigente”.

“Sono convinto – ha spiegato Cimino – che solo uno sviluppo integrato può garantire un requisito importante: la durata nel tempo e una crescita costante. Il capitale culturale di un territorio, fatto di storia, tradizioni e buone pratiche, è la chiave per promuovere lo sviluppo economico e favorire l’occupazione attraverso la diversificazione dell’attività”. “Dal concetto di ‘ruralità’ – ha spiegato ancora l’assessore – carico di connotazioni di carattere naturale e culturale, stanno ormai emergendo nuove forme di attività legate all’ambiente, al territorio e all’enogastronomia. Da qui la nuova programmazione del governo: l’affermazione di un percorso di sviluppo che sia adeguato e in sintonia con i cambiamenti”.

“La rivoluzione della domanda turistica avvenuta in questi anni – ha detto Nino Strano – ha imposto una trasformazione dell’offerta, che deve essere sempre più diversificata. L’enoturismo, oggi non è quindi più un comparto di nicchia, ma una risorsa trasversale e coniugabile con le altre forme di attrazione del turista, sia organizzato che individuale. L’enogastronomia può divenire ulteriore strumento di valorizzazione del territorio, aggiungendosi agli altri elementi che lo contraddistinguono, siano artistici, ambientali, storici o culturali, e in casi di eccellenza, perfino sostituendoli. La nostra regione – ha concluso Strano – crede e sostiene l’enoturismo come strumento per lo sviluppo economico, sociale ed ecosostenibile della Sicilia”.

Laboratori del gusto e presidi Slowfood, incontri con i produttori all’enoteca delle Terre Sicane, convegni, tavole rotonde, talkshow, mostre, parate e spettacoli d’arte. Inycon rappresenta, oggi, la festa del vino più grande d’Italia: i cortili del centro storico di Menfi ospiteranno una rassegna di vini di qualità dei migliori produttori nazionali, insieme ad assaggi e degustazioni di specialità gastronomiche della migliore tradizione culinaria siciliana. Quest’anno, uno spazio particolare sarà destinato anche agli alunni delle scuole primarie che saranno coinvolti in laboratori didattici e nello spettacolo d’arte “Innesti di vite”, che vedrà la partecipazione di Antonella Ruggiero e del primo ballerino del teatro dell’Opera di Roma, Riccardo Di Cosmo.

Ci saranno anche momenti di riflessione, come la tavola rotonda “Sviluppo delle infrastrutture irrigue del Mezzogiorno d’Italia”, a cui interverrà, fra gli altri, anche il sottosegretario all’Agricoltura, Antonio Buonfiglio; il convegno “EnoTurismo, risorsa per uno sviluppo sostenibile”, in cui verrà lanciato il nuovo “Circuito di Bacco”, che oltre all’assessore Strano, vedrà, tra gli altri, la presenza di Carlo Modica de Mohac, capo di gabinetto del ministro del Turismo e di Marco Salerno, dirigente generale del dipartimento regionale Turismo; la presentazione del libro, curato dalle soat di Menfi e Ribera, “La Sicilia vista da qui”.

“Nei giorni in cui si sta concludendo la vendemmia – ha detto il sindaco di Menfi, Michele Botta – facciamo il punto sulle risorse, sullo sviluppo, sull’agricoltura e sul turismo con tre giorni di incontri, degustazioni, mostre e spettacoli dedicati al vino. La nostra idea vede insieme, in un connubio imprescindibile, economia e cultura, sviluppo agricolo e turistico con la storia, la natura, i prodotti straordinari che sono propri di Menfi e che Menfi mette a disposizione con spirito di accoglienza”.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione: www.inyconmenfi.com.

Menfi, cambiano le norme per l’attività agrituristica

Sono state aggiornate le disposizioni in materia di agriturismo da parte dell’assessorato Agricoltura e Foreste.

Le attività agrituristiche – si legge nel decreto dell’assessore Cimino – sono definite dalle leggi nazionali, regionali e dalle norme comunitarie vigenti, che ne individuano le caratteristiche specifiche, differenziandole da quelle turistiche esercitate anche in ambito rurale.

Al riguardo, appare opportuno segnalare che l’art. 3 del decreto legislativo n. 228/2001 prevede fra le altre attività agrituristiche, l’organizzazione di attività ricreative, culturali e didattiche, di pratiche sportive, escursionistiche e d’ippoturismo, ancorché svolte all’esterno dell’azienda, nonché la degustazione dei prodotti aziendali.

Requisito essenziale é in ogni caso l’attività di produzione agricola, alla quale quell’agrituristica si connette in maniera funzionale e complementare nell’ambito di una gestione unitaria dell’impresa.

Conseguentemente, le iniziative ricettive, di ospitalità, culturali, sportive e didattiche devono porsi in sinergia con l’attività agricola che, comunque, deve rimanere principale.

Si rileva, inoltre, che la normativa vigente dispone l’obbligo di esercitare le attività di organizzazione di attività ricreative, culturali, sportive etc., congiuntamente con l’offerta di almeno uno dei seguenti servizi: ospitalità in locali aziendali, in spazi aperti (agricampeggio), ristorazione.

Il settore del turismo legato all’agricoltura è in crescita nel territorio menfitano e sabato 3 ottobre, in occasione di Inycon 2009, sarà oggetto di un importante convegno dal titolo “ENOTURISMO, RISORSA PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE“, a cui prenderanno parte l’assessore regionale al Turismo, Nino Strano,  e il capo dello staff del Ministro del Turismo.

L’intero decreto è scaricabile dall’indirizzo http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g09-40/g09-40-a.pdf

Antonella Ruggiero a Inycon, Menfi e il suo vino Dal 2 al 4 ottobre anche una tappa degli Itinerari di Federico II

Antonella_RuggieroSarà la straordinaria voce di Antonella Ruggiero ad interpretare lo spettacolo conclusivo di Inycon, la storica festa del vino di Menfi (Ag), da venerdì 2 a domenica 4 ottobre. Tre giorni di festa, degustazioni, mostre, convegni e incontri, che valorizzano il vino, il territorio, la tradizione e le potenzialità di una città vocata alla vitivinicoltura. E domenica sera l’atteso “Innesti di vite”, spettacolo d’arte dedicato all’incontro degli estremi, innesto bifronte tra bene e male, forma archetipica dell’uomo, con l’eccezionale partecipazione della Ruggiero e dei delicati passi di danza di Roberto Di Cosmo, primo ballerino dell’Opera di Roma. E poi TALEE_TotemAgroLussuriosoEnoErotico, spettacolare parata di s-tralci di vite verso il simbolico innesto. La regia e la direzione artistica della 14esima edizione della festa del vino più grande d’Italia, che ogni anno porta nella città siciliana del vino e del mare pulito produttori di tutta Italia, giornalisti ed esperti del settore vitivinicolo, è affidata a Francesco Bondì, 27 anni, che ha già curato, tra l’altro, importanti titoli nella lirica e nel teatro di ricerca, in Italia e nel panorama internazionale, fra cui la prima assoluta del Don Carlo di Verdi a Seul (Corea).
Comune di Menfi e Cantine Settesoli invitano le aziende agricole, i produttori, le cantine a partecipare a questa importante vetrina promozionale che si è ormai affermata nel panorama internazionale come la festa del vino più importante d’Italia. E che quest’anno ospita anche una tappa degli Itinerari di Federico II di Svevia, un omaggio che la Sicilia rende all’impe

torre federiciana

torre federiciana

ratore “Stupor Mundi”, fondatore del castello di Burgiomilluso, re di Sicilia nel 1198, sovrano illuminato, scienziato, poeta, filosofo e principe dispotico. Menfi ospita infatti la Torre Federiciana,  unica superstite del Castello Svevo eretto nel XIII secolo per volere dell’Imperatore, sepolto nella Cattedrale di Palermo, nella “sua Sicilia”, per suo espresso volere.
Altre informazioni e il programma completo di Inycon 2009 a breve sul sito ufficiale www.inyconmenfi.com

Vendemmia sul mare, bene la seconda edizione nella terra di Inycon

Vendemmia sul mare, bene la seconda edizione nella terra di Inycon

menficambia_vendemmia_sul_mare

Ha riscosso successo la “ Vendemmia sul Mare”, l’evento, organizzato dalle Cantine Settesoli, svoltosi tra Porto Palo di Menfi e la foce del fiume Belice, attuale riserva naturalistica del wwf. In un paesaggio splendido baciato dal sole e dal mare, dove i filari di vigneto Syrah, declinano dolcemente verso la spiaggia del lido di Gurra di Mare. Un banchetto è stato imbandito dagli organizzatori, sulla spiaggia, per bayer, agenti della grande distribuzione e giornalisti specializzati del settore, che hanno anche partecipato alla vendemmia, insieme ai contadini soci della cooperativa. Arrivati sul luogo, hanno potuto prendere l’aperitivo ascoltando i racconti sul vino “ Perbacco” di Sandro Dieli, accompagnati dalle note del pianoforte di Diego Spitaleri. Dopo il tramonto, una suggestiva cerimonia ha permesso di affidare i propri desideri alle stelle, attraverso il lancio sul mare di centinaia di lanterne accese. Gli ospiti e partecipanti, hanno potuto apprezzare i vini Settesoli per le indiscusse capacità organolettiche, abbinando i prodotti tipici. Oggi, con 1.841 soci conferitori, una superficie vitata di quasi 6.000 ettari, quattro stabilimenti e una capacità lavorativa di circa 500.000 quintali di uve all’anno, Settesoli rappresenta la più grande azienda vitivinicola siciliana, il più grande vigneto d’Europa ed è un autentico distretto del vino nella provincia di Agrigento: tra Montevago, Menfi e Santa Margherita Belice ben il 70% delle 5.000 famiglie presenti sono coinvolte a vario titolo in Settesoli.
(tratto da Giornale la Sfida)

La vendemmia sul mare nella terra di Inycon

La vendemmia sul mare nella terra di Inycon

Partirà sabato 12 settembre, a Porto Palo di Menfi, “Vendemmia sul Mare”, la manifestazione annuale organizzata da Cantine Settesoli.

menficambia_vendemmia

Si tratta già della seconda edizione dell’evento che ha avuto l’anno scorso una cassa di risonanza nazionale, grazie alla trasmissione RAI “Linea Verde”, condotta da Massimiliano Ossini. Parteciperanno quest’anno i Clienti della Grande Distribuzione Siciliana e diversi giornalisti del settore. Luogo dell’ evento curato dall’equipe guidata da Roberta Urso, Responsabile Pubbliche Relazioni della Settesoli, sarà un vigneto syrah in contrada Gurra di Mare. Si potrà seguire da vicino la raccolta sui i filari che scendono dolcemente verso il mare ascoltando i racconti sul vino “Perbacco” accompagnati dalle note del pianoforte di Diego Spitaleri fino a dopo il tramonto dove si svolgerà una suggestiva cerimonia.

(tratto da Giornale la Sfida)