Menfi, rifiuti: stasera consiglio comunale straordinario

rifiuti bonera

rifiuti bonera

Convocato per stasera 07/07/2016 alle ore 20:30 il Consiglio Comunale di Menfi, in sessione straordinaria ed urgente per la trattazione del seguente punto all’ordine del giorno Adeguamento ed adozione Nuovo Regolamento Comunale per la raccolta differenziata.

Il Consiglio Comunale, in assenza di diretta televisiva, si potrà seguire su YouTube al seguente link https://www.youtube.com/user/comunedimenfi

Rinnovabili, a Menfi non si potrà più investire. Opporsi è un potere/dovere dei cittadini

L'AMMINISTRAZIONE DI MENFI AL LAVORO SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2011. L'ASSESSORE NAPOLI: “CONTI RISANATI, TAGLIATE DI UN MILIONE E MEZZO DI EURO LE SPESE CORRENTI DEL COMUNE"

Con un avviso pubblicato sul sito internet del Comune di Menfi, il Sindaco ha reso noto che, ai sensi dell’art. 3 della L.R. n. 71/78, si trovano depositati per venti giorni consecutivi decorrenti dal 17/01/2014 al 06/02/2014 presso l’ Ufficio Tecnico Comunale di  via Mazzini n. 1,  gli atti relativi all’Adozione del “Regolamento per la realizzazione e l’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili”, a modifica ed integrazione del Regolamento Edilizio e delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore Generale, che era stato approvato con la delibera del consiglio comunale n. 92 del 27.12.2013.

Con questo regolamento, nell’intero territorio di Menfi non sarà più possibile istallare qualsiasi tipo di impianto di energia da fonte rinnovabile, così da potere ricavare dei risparmi con i quali ammortizzare le numerose spese familiari e, soprattutto, le svariate tasse ed imposte che Stato, Regione e Comune ogni giorno si inventano per vessare i cittadini

A tale regolamento oscurantista e ai relativi allegati, chiunque potrà presentare osservazioni od opposizioni scritte fino alla data del 16/02/2014.

Un regolamento che potrebbe essere affetto da profili di illeggitimità , visto che questo è stato proposto come una variante al piano , ma non ha seguito per intero l’iter previsto dalla legge 71/78 e cioè approvazione direttive da parte del Consiglio Comunale, adozione, ecc…

Ai cittadini viene proposto un regolamento che modifica gli strumenti urbanistici nonostante l’affermazione resa in sede di consiglio comunale dal Sindaco lotà durante il comizio di presentazione della proposta: “questo regolamento è un regolamento transitorio poiché quello definitivo sarà quello del PAES che si dovrà realizzare, quindi quello approvato non ha valore di legge.”

OPPORSI è un potere previsto dalla legge. Quando si impedisce alla cittadinanza di raggiungere gli obiettivi posto dall’agenda 2020 sull’energia rinnovabile, allora diventa un DOVERE

Consiglio comunale di Menfi del 30 agosto 2011

Vista l’ora tarda, su proposta del consigliere Bondì i lavori consiliari vengono aggiornati a mercoledì 7 settembre.

Ore 01.35Riprendono i lavori del consiglio

Ore 00.45su proposta del consigliere Santacroce si sospende il consiglio per approfondire meglio il tema delle dismissioni delle aree avanti al centro civico e dell’ostello della gioventù. Contrari 7, favorevoli 11.
La seduta è sospesa.

Ore 23.05 l’ass. Napoli da lettura della proposta di delibera sul punto all’odg sul piano delle dismissioni dei beni immobili comunali

Conclude il Sindaco che risponde ad alcuni interventi dei consiglieri comunali, specie ardizzone, secondo il quale si continua a proclamare candidato a sindaco solo per auto-convincersi e al cons. Buscami alla cui politica sul FARO il Sindaco contrappone la politica del FARE. Afferma che la città di Menfi è invidiata all’esterno per le proprie capacità economiche ed imprenditoriali. Conferma l’appello agli uomini di buona volontà e prende spunto dalla dichiarazione del cons. Gambina quando dice che “continuerà a sostenere l’amministrazione fino a quando Menfi sarà servita per quello che merita”

Interviene il consigliere API Bondì che condivide le dichiarazioni del consigliere Clemente. Chiede se, vista l’importanza dei successivi punti (bilancio e piano delle opere pubbliche), sia possibile rinviare la seduta a domani sera.

il consigliere di progetto Menfi Clemente ribadisce il sostegno alla persona perbene che si chiama Michele Botta e col quale vi è un’alleanza politica e personale dal 1998.
Crede che per ardizzone continuare a proclamarsi candidato a sindaco sia solo per auto-convincimento .
Mette a nudo tutti i passaggi del cantiere politico che hanno coinvolto S. Palminteri, E. Buscami e, indirettamente, Romano. Prende atto delle aperture politiche di Romano e La Placa.

Gambina, PD, dichiara che, pur rimanendo nel partito democratico, porterà avanti il programma sottoscritto dal c.d. Cantiere politico per il bene della città. Rimarrà nel pd per coerenza e per rispetto degli elettori e dei candidati non eletti.

Interviene il consigliere indipendente Giuseppe Palminteri. Ribadisce che nonostante il fallimento del cantiere per colpa dei consiglieri che si sono tirati indietro, andrà avanti nella coalizione a sostegno del Sindaco Botta e del programma per la città.

il consigliere di progetto Menfi Mattioli giustifica la sua fuoriuscita dal MpA e dice che il fallimento del cantiere politico è da attribuire a quei consiglieri che non hanno rispettato la parola data, prendendo in giro il resto dei consiglieri comunali. Dichiara infine che continuerà a sostenere l’amministrazione Botta.

Interviene il consigliere API Santacroce che si assume tutte le responsabilità di un rappresentante istituzionale. Critica coloro cui piace apparire e che si dicono di essere di opposizione per poi andare dal Sindaco e chiedere le cose comportandosi diversamente da come si appare davanti alle telecamere.
Spiega le motivazioni dell’abbandono del PD addossando le responsabilità ai referenti parlamentari che non danno direttive chiare sulla linea del partito e non danno risposte a coloro i quali sono in ‘trincea’. Evita, poi, di parlare dei problemi interni del pd menfitano.

Il consigliere pd Palminteri chiarisce che il pd è all’opposizione dal giugno 2008, nonostante abbia aderito al cantiere politico nel settembre 2010. Poi accusa provocatoriamente il Presidente Buscemi di tenere nei cassetti della presidenza del consiglio numerose proposte di sviluppo dell’amministrazione.

il capogruppo pdl, La Placa, considerata la situazione di crisi socio-economica che interessa il mondo intero, la Nazione e che a cascata coinvolge anche Menfi, apre a possibili convergenze su progettualità tese a favorire la crescita della comunità menfitana, nonostante la posizione di minoranza del suo gruppo consiliare.

Il consigliere udc Romano invita il Sindaco a trovare una maggioranza politica.

Il consigliere Enzo Buscemi dice di sentirsi un abusivo dentro il coniglio comunale e riporta che quando gira per strada tutti ridono di lui. Infine critica i c.d. Fari elettorali piazzati prima delle elezioni comunali del 2008 “ad amici e amici degli amici”.

Ore 21.15inizia il dibattito politico.

Ore 21.10Il Presidente comunica la costituzione del nuovo gruppo consiliare dell’Api formato dai consiglieri Francesco Santacroce e Antonino Bondì. I due consiglieri lasciano il PD. Sarà Santacroce il capogruppo.

Ore 21.00 Inizia il consiglio comunale, il Sindaco da comunicazioni alla città sulla manovra correttiva bis del governo nazionale e sui tagli al comune di Menfi che nel solo 2011 avrà un calo di 900000 euro di trasferimenti statali e regionali.

Il consiglio comunale del 14 aprile

Il Consiglio Comunale di Menfi si è riunito questa sera presso il salone del bassorilievo della Torre Federiciana, in Piazza Vittorio Emanuele.
I consiglieri comunali, oltre ai verbali delle sedute precedenti, hanno approvato all’unanimità il piano di miglioramento dell’efficenza dei servizi di Polizia Municipale, triennio 2011 – 2013 e la variante al piano cimiteriale, quest’ultima volta alla creazione di nuove cappelle (62) e nuove tombe (19). Per il consigliere Mattioli si tratta di un piano che darà all’edilizia locale e a tutto l’indotto nuove opportunità di sviluppo economico per almeno tre anni e per un giro di affari di circa 5 milioni di euro.
Approvato all’unanimità anche il punto relativo all’adozione delle norme programmatiche per l’apertura di nuovi esercizi per l’attività di ottico nel territorio comunale.
I consiglieri comunali hanno approvato anche un’altra proposta di natura urbanistica: cioè la variante al piano di trasferimento per la previsione di nuovi lotti edificabili nell’isolato “E” (zona trasferimento).

Dopo una breve interruzione di qualche minuto, viene approvato, sempre all’unanimità, il Riconoscimento del debito fuori bilancio per il pagamento della parcella all’avv. Prof. Salvatore Pensabene Lionti per la vertenza Barressi immobiliare S.r.l. / Comune di Menfi.
Il vice-presidente Vito Clemente ha poi chiesto, vista l’ora tarda (00.44), di trattare prioritariamente l’approvazione delle “rettifiche delle previsioni planimetriche esecutiva PE.5 zona del centro storico” che, anche questa volta, sono state approvate all’unanimità.

Il Sindaco ha concluso i lavori ringraziando tutti i consiglieri comunali per il clima sereno e di unità che hanno dimostrato e che ha permesso la trattazione e l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno in maniera costruttiva per la città.

I restanti 3 punti all’ordine del giorno sono stati rinviati ad una successiva data che determinerà il Presidente del Consiglio comunale Buscami.

– Vertenza Ardizzone Antonia c/Comune di Menfi. Riconoscimento debito fuori bilancio sentenza 416/2010;
– Interrogazione Consigliere G. Romano;
– Dibattito sulla prossima campagna referendaria.