Menfi, comune commissariato: come volevasi dimostrare…

portone comune menfiLo avevamo scritto nel precedente post del 11 novembre scorso, ma nessuno ci aveva creduto: il Comune di Menfi è a rischio commissariamento – avevamo detto – , non c’è il bilancio!

Dal dicastero delle finanze menfitane non trapelava alcuna preoccupazione, mentre molti sostenevano che il sindaco da Palermo, viste le sue quotidiane presenze tra i corridoi della Regione, avrebbe sistemato tutto.

Oggi anche la stampa conferma la triste notizia per un Comune, Menfi, senza una vera guida ormai da più di due anni:

L’assessore regionale agli Enti Locali Luisa Lantieri ha commissariato il Comune di Menfi.

L’assessore ha così preso atto che sono decorsi infruttuosamente i termini assegnati al Comune per l’approvazione del bilancio di previsione 2015.

A Menfi arriverà Domenico Mastrolembo Ventura : sarà lui il commissario ad acta incaricato dalla Regione a svolgere questa particolare funzione per il Comune di Menfi.

Il consiglio comunale, in programma lunedì 30 novembre, avrà tra i punti all’ordine del giorno anche l’approvazione del bilancio.

Da Palermo l’esperto del Sindaco Lotà per la comunicazione sul web

consulente sindaco

un tweet dell’esperto

Diventa già famoso sui social network prima ancora di cominciare col suo incarico.

Con “determinazione sindacale n.40 del 31/12/2013” il sindaco di Menfi ha deciso di affidare la comunicazione istituzionale dell’Ente ad un esperto esterno.
Un giovane palermitano che orami è diventato famoso in tutti i social netwok.

L’esperto dovrà creare i profili ufficiali del comune di Menfi sui principali social network (Facebook, Twitter, Youtube) e svolgere il ruolo di interfaccia fra istituzione e comunità online, ovvero gestire i canali, collaborare e offrire consulenza sulle strategie di comunicazione online.

E su Facebook cominciano le critiche e gli sfottò. Non c’era a Menfi un ragazzo o una ragazza che bazzica sui social network?
E’ così difficile creare una pagina facebook tanto da richiedere un esperto che arrivi da Palermo?

L’incarico avrà la durata di sei mesi e il compenso mensile che percepirà il consulente palermitano è di cinquecento euro, oltre agli eventuali rimborsi spese (di viaggio e soggiorno), per un totale complessivo di 3000 euro.

E la domanda è: considerato che i rimborsi spese sono a parte, quanto costerà il consulente per far twittare il sindaco Vincenzo Lotà?

(fonte: teleradiosciacca.it)

Menfi, riorganizzati i settori comunali: soppresso solo quello per i finanziamenti

Con determina n. 22 del 2013 il Sindaco Enzo Lotà ha nominato i capi settore attribuendo loro le relative funzioni.
Nell’atto firmato dal Sindaco si legge che i capi settore incaricati di posizione organizzativa saranno nove.

Si tratta, di fatto, di una inversione di tendenza rispetto alla precedente amministrazione che aveva avviato la rideterminazione del numero dei settori e delle loro attribuzioni portandoli da dieci a sei. (qui articolo)

Con questa decisione, però, verrà soppresso un solo settore, quello denominato “progettazione e sviluppo”:  quegli uffici, cioè, che avevano curato tutti i progetti finanziati al comune di Menfi negli ultimi anni, e che avevano evitato, al contempo, il ricorso ai gravosi costi relativi agli incarichi esterni a cui si era abituati in passato.

(belicenews.it)

Menfi, dimezzato il numero di capisettore al Comune

Il Comune di Menfi riduce significativamente il numero di settori, portandoli da dieci a sei e istituendo cinque macro aree: Finanziaria, Tecnica, Amministrativa, Attività produttive e Polizia municipale.

Con una direttiva sulla rideterminazione della dotazione organica – firmata dal sindaco Michele Botta, in ossequio e in rispetto all’atto di indirizzo deciso dal Consiglio Comunale – sono state avviate le procedure per il miglioramento funzionale della struttura organizzativa del Comune, con la rideterminazione del numero dei settori e delle loro attribuzioni.

Le precise Direttive del Sindaco, di concerto con l’assessore al Personale Antonio Ferraro, modificano numericamente l’assegnazione del personale previsto in pianta organica assicurando una riduzione della spesa in maniera razionale ed efficace: in particolare,  saranno unificati i settori “Affari generali, Servizi sociali e scolastici” con “Servizi demografici”, i settori “Servizi finanziari e tributari” con “Gestione risorse umane – Stipendi e paghe – Contenzioso”, i settori “Ufficio tecnico 2” e “Ufficio tecnico 3”, i settori “Ufficio tecnico 4” e “Ufficio tecnico 5”.

La ridefinizione della nuova dotazione organica, aggiornata alle esigenze di ottimizzazione del servizio reso dall’Ente, mira anche a contenere le spese della macchina amministrativa, secondo principi che hanno già indotto sindaco e giunta al taglio delle rispettive indennità .

Precari, l’impegno del Sindaco Michele Botta. La proposta per il Consiglio

Il sindaco di Menfi, Michele Botta, proporrà al consiglio comunale l’adesione dell’ente a una proposta di legge, avanzata da tre sindaci di città del messinese, per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili a carico del Comune appartanenti alle categorie C e D.

Sono complessivamente, 25, mentre altri dieci, di categoria A e B, potranno essere stabilizzati con le norme attualmente in vigore. La proposta di Botta passerà adesso al vaglio del Consiglio Comunale.
(GdS – Giuseppe Pantano)

Nei giorni scorsi, il Sindaco ed una delegazione dei lavoratori si era recata a Palermo, presso l’Assessorato regionale competente, per trovare le migliori soluzioni per la stabilizzazione di tutti i lavoratori a contratto del Comune di Menfi.

Menfi, valloni puliti. Riunione tecnico-operativa tra i vertici ESA – Consorzio di Bonifica – Comune. Interventi anche sulle strade di campagna. VIDEO e FOTO

Saranno conclusi entro pochi giorni a Menfi i lavori di pulizia dei valloni “Foce Mirabile”, “Mandrarossa” e “Cavarretto” che assicureranno il regolare deflusso delle acque piovane durante la stagione invernale.

Tre gli enti coinvolti nell’operazione di pulizia straordinaria voluta dall’Amministrazione Botta, realizzati grazie ad un protocollo d’intesa tra l’Esa, ente sviluppo agricolo, il Comune di Menfi ed il Consorzio di Bonifica Agrigento 3.

Vallne ripulito

Oggi a Menfi incontro operativo tra i vertici dell’ESA – Ing. Maurizio Cimino, Direttore Generale dell’ESA, Geom. Antonino Tacci, Capo di Gabinetto, Ing. Gaetano Schirò, Capo Servizio meccanizzazione agricola dell’ESA e Dott. Calogero Bonifacio Responsabile nucleo meccanizzazione ESA Ribera – e del Comune di Menfi con a capo il Sindaco Dott. Michele Botta, il Vice sindaco e Assessore ai lavori pubblici, Ing. Antonino Di Carlo e l’Assessore all’Agricoltura Dott. Vincenzo Nastasi: dopo un sopralluogo presso tutti i valloni interessati all’intervento, esprimendo grande soddisfazione per l’esecuzione e la conduzione dei lavori, sono stati dettati i termini per la conclusione dei lavori stessi definiti in pochi giorni.

“Un altro obiettivo è stato realizzato da quest’Amministrazione – dice il Sindaco Botta – che ha mantenuto un altro impegno assunto con i cittadini. Questi lavori di manutenzione straordinaria dei valloni consentono il regolare deflusso delle acque piovane prevenendo il rischio di esondazioni, un rischio non solo per le coltivazioni ma anche per le abitazioni presenti lungo il corso dei valloni. Un intervento che strizza l’occhio anche alla bellezza del territorio, da sempre apprezzato dai numerosi turisti che frequentano le nostre località balneari”.

Vallone prima dell'intervento

“Dopo Menfi – dice l’Ing. Cimino -, questi interventi sono stati realizzati con successo anche in altri comuni. L’ESA è dislocata su tutto il territorio siciliano e detiene sia un parco macchine che personale specializzato che vengono messi a disposizione dei comuni siciliani. La realizzazione di questi lavori, attraverso le convenzioni con gli Enti, integrano l’attività della protezione civile”.

“Tali interventi erano stati effettuati negli anni ’90 – dice l’Assessore Nastasi – dal Consorzio di Bonifica 3 – Agrigento ex Basso Belice Carboj – con un finanziamento regionale di 1.000.000.000 delle vecchie lire. Oggi il progetto, obiettivo tra l’altro di quest’Amministrazione, è stato realizzato in economia, sostenendo soltanto il costo dei carburanti e dei lubrificanti. Un sentito ringraziamento all’ESA non solo per aver consentito questo intervento sui valloni, ma anche per averci messo a disposizione tre operai specializzati, che hanno consentito di effettuare, dal mese di febbraio al mese di ottobre, la manutenzione delle strade interpoderali”.

Accogliendo le istanze di numerosi cittadini, infatti, è stato possibile effettuare una manutenzione straordinaria anche su quelle strade di campagna che quotidianamente vengono percorse dagli agricoltori menfitani per raggiungere le proprie terre.

“L’ESA consente ai Comuni – dice L’Ing. Schirò – di sfruttare anche i mezzi meccanici con relativo conducente/operatore che necessitano per la manutenzione delle strade interpoderali. Le convezioni anche in altri comuni siciliani sono state attivate anche per questo tipo di intervento”.

Comune di Menfi primo in Sicilia a dotarsi di Mandato elettronico

 (Adnkronos) – Il Comune di Menfi (Agrigento) si e’ dotato del mandato informatico per la gestione dei flussi di tesoreria grazie all’accordo con UniCredit che consente di accedere alle recenti innovazioni tecnologiche predisposte dalla stessa banca.
Il mandato informatico consente di effettuare in modalita’ on line i trasferimenti degli ordinativi di pagamento e di riscossione fra il Comune e la Banca tesoriera, eliminando cosi’ l’operativita’ manuale del cartaceo.
Questa nuova modalita’ di trasmissione assicura numerosi vantaggi: condizioni di certezza delle informazioni, continuita’ dei dati nel passaggio tra i diversi sistemi informativi, efficacia dei controlli e rapidita’ nell’esecuzione degli ordini che sono garantiti ora dalla firma digitale.

”Il mandato informatico e’ una grande opportunita’ per gli enti locali e le pubbliche amministrazioni in Sicilia. Si tratta – sottolinea Vincenzo Evola, responsabile UniCredit dell’Area commerciale di Agrigento – dell’evoluzione di un processo di miglioramento tecnologico finalizzato a migliorare, velocizzare e rendere piu’ sicura la gestione delle tesorerie offerta dalla nostra Banca. Intendiamo quindi mandare definitivamente in pensione il mandato cartaceo ma ci occorre, per fare questo, la collaborazione degli enti nei confronti dei quali stiamo facendo un’opera di sensibilizzazione”.