Non si arresta l’allarme spazzatura a Lido Fiori. Ma è sempre colpa degli incivili?

CHE FINE HA FATTO LA PROMESSA DEL SINDACO LOTA’ DI FARE IL GIRO DEL PAESE OGNI MATTINA ALLE 7?

lido fiori spazzatura

lido fiori spazzatura 12,12,13

lido fiori spazzatura 02.01.2013

lido fiori spazzatura 02.01.2014

Lido Fiori si risveglia ancora tra la spazzatura, con i resti dell’immondizia sparsi lungo le strade dai cani randagi.

I cumuli maleodoranti di rifiuti continuano a costituire l’arredamento di una località turistica sempre più sporca e abbandonata a se stessa.
Il sindaco Lotà i soldi della Tarsu se li è presi ma l’immondizia è ancora la.

A lamentarsi della tassa sono principalmente i residenti della borgata menfitana, i quali vivono tutto l’anno a Lido Fiori.

Alcuni blog locali, come Belicenews.it e comunalimenfi hanno ricevuto alcune foto che ritraggono la mancata raccolta della spazzatura: “A Lido Fiori è di nuovo emergenza rifiuti. Tutti i cassonetti sono stracolmi di rifiuti – si legge su Belicenews.it – e i cani randagi stanno disseminando la spazzatura per tutto il manto stradale. A quando un intervento?”.

Domenico Giovinco, commentando su FB, aggiunge: “E i fari spenti di Via delle Palme e Via delle Margherite dove li mettiamo? Parole, parole, parole, soltanto parole. Questa è la politica del dire e non del fare”.

L’amministrazione, rispondendo ad una precedente denuncia, aveva spiegato che questa situazione era da addebitare ad alcuni cittadini non virtuosi, che utilizzano i cassonetti della fascia costiera per conferire i rifiuti in maniera indifferenziata, non contribuendo così al mantenimento del decoro cittadino.

Ma può essere sempre colpa dei cittadini “incivili”. Oppure chi amministra dovrebbe – come aveva promesso in campagna elettorale – alzarsi alle sette del mattino e farsi un giro del paese per risolvere immediatamente questi problemi di carattere ambientale e di sanità pubblica?

Sei cuccioli salvati durante le operazioni di bonifica della Sogeir. ADOTTIAMOLI

Durante le operazioni di bonifica del sito ubicato in Contrada Bonera da parte della Sogeir ATO AG 1, l’operatore del mezzo meccanico si fermava per consentire di effettuare la documentazione fotografica. In quel preciso istante ci si rendeva conto che, dai cumuli di rifiuti, provenivano dei guaiti.

A questo punto si sospendevano le operazioni e, grazie all’intervanto degli operatori della Polizia Locale, di quelli comunali e della Sogeir, si riusciva a rimuovere a mani nude i rifiuti e portare alla luce 6 cuccioli, salvandoli da morte sicura.

La Polizia Locale di Menfi lancia un appello affinchè qualcuno si faccia avanti per adottare e dare le dovute cure ai piccoli.

Allo stesso modo invita chiunque a non abbandonare rifiuti di qualsiasi natura nelle zone periferiche e nelle strade di campagna. Oltre a dare una pessima immagine del nostro territorio, si rischiano incidenti come quelli evitati stamane

Cani, microchip gratis: basta presentarsi al Comune per l’iscrizione anagrafica

Ecco, un altro servizio garantito nel nostro comune!!! Il servizio gratuito di registrazione all’anagrafe canina e l’impianto di microchip.
Il Comune di Menfi, in collaborazione con il Servizio Veterinario di Sciacca dell’Asp n. 1 di Agrigento e il Comando Polizia Locale di Menfi, ha attivato questo importante servizio gratuito per i nostri amici a quattro zampe che sarà effettuato ogni lunedì dalle ore 9:00 alle ore 12.00 in Piazza Vittorio Emanuele presso il Comando di Polizia Locale. Le persone interessate possono prenotare l’intervento presso il Comando della P. L. o telefonare ai numeri 0925/70232 – 70208.

Secondo le disposizioni ministeriali, tutti i detentori di cane a qualunque titolo (proprietari, allevatori, cacciatori, addestratori, a scopo di ricovero o di commercio) e in qualunque sede (civile abitazione, rifugi, canili, aree urbane e rurali, aziende zootecniche) hanno l’obbligo, entro il secondo mese di vita dell’animale o quando se ne viene in possesso, di far applicare al cane un microchip identificativo per registrarlo nella banca dati dell’anagrafe.

La mancata iscrizione all’anagrafe canina comporta una sanzione amministrativa da 86 a 520 euro e da 2.887 a 17.325 euro qualora l’inosservanza riguardi cani aggressivi.

L’identificazione è importante perché se l’animale identificato con microchip viene smarrito o rubato, può essere rintracciato facilmente grazie alle banche dati nelle quali lo stesso animale è registrato. Il sistema di identificazione elettronica è un deterrente per chi intende liberarsi del proprio animale.
La vecchia metodologia d’identificazione del cane si avvaleva del “tatuaggio” che comportava molti disagi: a) necessità di una sedazione od anestesia; b) difficoltà di lettura dei dati tatuati; c) scolorimento dell’Inchiostro; d) enorme diversificazione di sigle tatuate. Per ovviare alle suddette problematiche, gli enti competenti hanno trovato risposte positive dell’utilizzo del trasponder (microchip).

In Europa il microchip viene impiantato nel sottocute della porzione media sinistra del collo. Il microchip ISO, detto anche trasponder, è costituito da una capsula iniettabile di vetro biocompatibile. Essa contiene un chip su cui è impresso un codice a 15 cifre. Il microchip non attivato è completamente inerte e non emette alcun tipo di onda. La superficie esterna della capsula è trattata con microsolchi per facilitare l’ancoraggio nei tessuti sottocutanei ed impedirne la migrazione. Il microchip ha una dimensione esterna di circa 11mm di lunghezza e di 2mm di diametro, ed è contenuto in un ago monouso, che può essere applicato su una particolare siringa o altro iniettore che, per ottemperare alle basilari norme di igiene, è sterile e monouso. Il microchip impiantato accompagnerà il cane per tutta la vita ed è consigliabile un periodico controllo tramite un lettore. Molteplici sono i vantaggi derivanti dall’adesione a questo sistema di registrazione dei cani:
a) immediata identificazione del padrone o del detentore di un animale smarrito;
b) deterrente ai furti: un animale sempre identificabile non può essere rivenduto;
c) inibizione degli abbandoni, in quanto il cane porta per sempre in sé il nome del proprietario che, in caso di abbandono o incuria andrebbe incontro a pesanti sanzioni.
Quindi, usufruite di questo servizio.. è un ulteriore gesto d’affetto al vostro AMICO a quattro zampe!!!