Menfi, Biomasse Tretigli: arriva la parola “fine”

notifica assessorato conclusione iteri biomasse tretigli 2012Il Sindaco Botta chiude definitivamente il capitolo Biomasse – Tretigli. Lo rende noto lo stesso primo cittadino che nei giorni scorsi era tornato a scrivere all’Assessorato Territorio e Ambiente chiedendo di archiviare il procedimento amministrativo relativo alla realizzazione dell’inceneritore.

“Nel programma elettorale – afferma il Sindaco Michele Botta – avevamo scritto: ‘assoluta contrarietà al progetto per la realizzazione dell’impianto a biomassa in atto presentato al Comune ‘. Dopo quattro anni e mezzo di lavoro è possibile affermare che anche questa è una promessa mantenuta

Sono infatti decorsi i cinque anni di validità del decreto di AIA (Autorizzazione Impatto Ambientale), ottenuto dalla società milanese grazie ai pareri favorevoli che la precedente amministrazione aveva dato nel corso delle conferenze dei servizi del 2007.
Ci sono volute altre due conferenze di servizio, in cui l’amministrazione Botta aveva espresso parere contrario, diversi consigli comunali sul tema e numerosi incontri presso i competenti assessorati regionali a Palermo.

“A questo punto – continua il Sindaco Botta – il Comune di Menfi riacquista quel ruolo decisivo e fondamentale che gli è proprio all’interno dell’iter amministrativo e, a differenza di prima, non sarà marginale rispetto agli altri Enti, ma determinante ai fini di eventuali nuove concessioni.
E ciò – conclude Botta – sempre in piena sintonia con la volontà popolare al fine di attuare – così come ribadito in tutte le sedi opportune da questa Amministrazione – tutte le misure atte ad impedire nuovi assalti al nostro territorio.”

 

Annunci

Rai Ambiente Italia: intervista al Sindaco di Menfi Michele Botta su Biomasse Tre Tigli

Il Sindaco di Menfi (AG) Michele Botta sulla trasmissione RAI Ambiente Italia intervistato davanti l’assessorato regionale all’Energia in merito al progetto Biomasse Tre Tigli.
Nella puntata anche l’imprenditore dell’eolico Moncada, il responsabile legambiente sicilia Mimmo Fontana e alcuni funzionari dell’assessorato

Biomasse Tre Tigli: gli impegni assunti dal Sindaco

Menfi – 13.0312. Il Sindaco di Menfi, Dott. Michele Botta, comunica che, a seguito degli impegni assunti nel Consiglio Comunale aperto del 6 marzo 2012, ha posto in essere alcuni atti amministrativi in ordine al progetto per la realizzazione di un impianto di biomasse proposto dalla Tre Tigli s.r.l. in contrada Genovese:

1) ha invitato, con lettera del 12/03/2012, la Società Tre Tigli s.r.l. ad assumere comportamenti consequenziali rispetto alla dichiarazione della stessa Società di non rincorrere progetti difficilmente realizzabili e soprattutto non condivisi, in considerazione che il progetto a biomasse non è sorretto dalla volontà popolare, dal Consiglio Comunale e dall’Amministrazione Comunale;

2) ha adottato una deliberazione di Giunta, per ribadire il proprio parere contrario alla realizzazione dell’impianto a biomasse assumendo formale impegno ad adottare ogni atto consequenziale avanti ogni organo competente;

3) ha avanzato, al “Dipartimento dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità” e al “Dipartimento Regionale Territorio e Ambiente”, richiesta di accesso agli atti relativi al progetto presentato dalla Società Tre Tigli s.r.l., al fine di valutare ogni procedura di legge da adottare;

4) ha fissato un incontro con l’Avv. Rubino, già incaricato dall’Amministrazione Comunale di Menfi, a proporre Ricorso Straordinario al Presidente della Regione Siciliana avverso il decreto di Autorizzazione Integrata Ambientale, emesso in data 11/10/2007 dall’Assessorato Territorio e Ambiente, per valutare eventuali e ulteriori atti da proporre avanti ogni Organo competente a tutela del Comune e a salvaguardia del territorio.

Impianto a biomasse: il quadro normativo

Vito Clemente

Vito Clemente

Per una completa informazione mi sembra opportuno fare conoscere il quadro normativo che ha consentito alla Società Tre Tigli di proseguire l’iter amministrativo per ottenere le autorizzazioni di legge per la realizzazione dell’impianto a biomassa proposto nel nostro Comune. Rilevo tale necessità perche ritengo che questo sia indispensabile, sia per fare chiarezza che per valutare insieme le possibilità che la legge consente per evitare che venga realizzato un impianto non voluto dalla nostra comunità.

Art. 5 del d.lgs 59/2005: ai sensi di questo articolo la Società Tre Tigli ha inoltrato istanza alla Regione Siciliana per ottenere la pronuncia di compatibilità ambientale per la realizzazione dell’impianto. Il competente Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente ha convocato apposite conferenze di servizi, ai sensi del comma 10 del citato art 5 del d.lgs 59/2005. L’Autorizzazione Integrata Ambientale sostituisce ad ogni effetto ogni altra autorizzazione, visto, nulla osta o parere in materia ambientale. L’autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) è stata rilasciata dal competente Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente in data 11/10/2007, giusto decreto n.844, dopo la convocazione di 3 conferenze dei servizi: 1) in data 12/04/2007: il Sindaco pro tempore Antonino Buscemi si riserva di produrre parere di propria competenza alla successiva conferenza dei servizi; 2) in data 29/05/2007: il funzionario, delegato dal Vice Sindaco pro tempore Antonino Mistretta, Ing. Enrico Bengasino esprime parere favorevole in ordine al convogliamento delle acque in fognatura con prescrizione che tutte le acque reflue vengono convogliate nel depuratore previsto in progetto; 3) in data 20/09/2007: nessuno è presente per il Comune di Menfi e la Conferenza autorizza l’emissione del decreto AIA. Il Comune di Menfi in data 14/02/2008 ha proposto ricorso al Presidente della Regione Siciliana, tuttora pendente, avverso il citato decreto AIA.

 

Art. 12 d.lgs 387/2003: Il comma 3 dell’art 12 del d.lgs n. 387/2003, stabilisce che ” la costruzione e l’esercizio degli impianti di produzione di energia alimentati da fonti rinnovabili sono soggetti ad una AUTORIZZAZIONE UNICA rilasciata dalla REGIONE SICILIANA. A tal fine la Regione è tenuta a convocare la conferenza dei servizi e in caso di dissenso la decisione è rimessa alla Giunta Regionale (comma 4). Il rilascio dell’Autorizzazione Unica costituisce titolo a costruire ed esercire l’impianto in conformità del progetto approvato. Il procedimento deve essere concluso entro 180 giorni (sempre comma 4).

 

Ai fini del rilasci dell’Autorizzazione Unica sono state, ad oggi, effettuate due conferenze dei servizi: 1) in data 23/09/2008: presente per il Comune di Menfi l’Assessore Silvio Sbrigata il quale dichiara che l’Amministrazione Comunale è contraria alla realizzazione del progetto e che è disponibile ad una eventuale apertura per discutere nuove soluzioni; con successiva nota l’assessore Sbrigata integra la stessa dichiarazione comunicando che il Comune aveva proposto Ricorso al Presidente della Regione avverso il Decreto AIA; il rappresentante della Tre Tigli consegna il decreto AIA che ribadisce il parere di favorevole espresso dal Comune di Menfi per quanto di propria competenza ed evidenzia la non competenza dell’Assessore del Comune ad esprimere parere in Conferenza dei servizi, dichiarando comunque la disponibilità ad incontri con il comune per discutere eventuali soluzioni alternative. 2) in data 05/12/2011: presente per il Comune di Menfi l’Assessore Ing. Nino Di Carlo, il quale ribadisce la contrarietà dell’Amministrazione Comunale alla realizzazione del progetto come già espresso nella precedente Conferenza dei Servizi dall’Assessore Silvio Sbrigata e in piena sintonia con quanto espresso dal Consiglio Comunale con delibera n. 33 del 22/07/2010 che rappresenta anche la volontà popolare; lo stesso Assessore Di Carlo evidenzia che il Comune di Menfi ha espresso parere negativo anche per la realizzazione di un altro impianto a biomasse proposto dalle Cantine Settesoli; il rappresentante della Società Tre Tigli dichiara che il parere reso dall’Assessore Di Carlo ha valenza esclusivamente politica e che le valutazioni di carattere ambientali sono già state affrontate ed esitate positivamente dal competente Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente attraverso l’emissione dei due decreti di compatibilità ambientale ed AIA.

 

Ritengo che tali precisazioni normative sono assolutamente necessarie per consentire ad ognuno di farsi liberamente la propria personale opinione sull’argomento e a mio parere costituiscono la base per fare chiarezza. E’ evidente che, ai fini del rilascio delle autorizzazioni l’autorità competente è la Regione Siciliana e che l’unico parere di competenza del Comune, giuridicamente valido, è quello rilasciato alla conferenza dei servizi del 29/05/2007, in ordine allo scarico delle acque. Purtroppo risultano attualmente vani gli indirizzi del Consiglio Comunale, la corrispondenza messa in atto dalle Amministrazioni Comunali ed ogni tentativo che va oltre l’iter ancora pendente avanti la Regione Siciliana posto in essere dalla Società Tre Tigli per ottenere prima i pareri di compatibilità ambienta (art 5 del d.lgs 59/2005) e poi l’Autorizzazione Unica (ai sensi dell’art. 12 del d.lgs 387/2003). Tuttavia è in atto uno studio per avviare soluzioni percorribili indicate dalla legge, necessarie ad evitare la realizzazione dell’impianto proposto dalle Tre Tigli e mi auguro che sia questo l’esclusivo obiettivo comune.
Vito Clemente
Vice Presidente del Consiglio Comunale

Menfi, Biomasse Tre tigli: tutte le carte

L’informazione rende liberi

Parere positivo di fattibilità sindaco nino buscemi

Parere positivo di fattibilità sindaco nino buscemi

conferenza dei servizi decisoria: parere positivo del comune su delega del vicesindaco Mistretta

conferenza dei servizi decisoria: parere positivo del comune su delega del vicesindaco Mistretta (pag 2)

ultima conferenza dei servizi decisoria tenuta tre giorni dopo il Consiglio Comunale del 17.09.2007: Nessun componente della giunta Buscemi presente. Silenzio assenso del comune

Autorizzazione Integrata Ambientale

Autorizzazione Integrata Ambientale (2)

Autorizzazione Integrata Ambientale (3)

Decreto VIA VAS

Decreto VIA VAS

Delibera di Giunta per Ricorso al Presidente della Regione: Assenti il Sindaco BUSCEMI, il vice-sindaco MISTRETTA e l'assessore Paolo CAMPO. Gli assenti sono presenti lo stesso giorno, ma per altre delibere...

Conferenza_servizi_23_09_2008

Il Sindaco Botta scrive alla Tre Tigli per chiedere di ritirare il progetto


 Trasmissione_delibera_cc: Il Sindaco Botta, dopo aver scritto alla Tre Tigli per chiedere di ritirare il progetto, trasmette copia della delibera

 verbale conferenza di servizi 2011

L'Assessorato Regionale Territorio e Ambiente conferma che si tratta dello stesso procedimento per lo stesso progetto della Tre Tigli

Menfi rifiuta le Biomasse: incontro Sindaco – Associazioni

Si è svolto ieri sera un incontro tra l’amministrazione comunale di Menfi, consiglieri comunali, rappresentanti delle associazioni locali e del clero per le problematiche relative all’impianto di biomassa – tre tigli.
Una riunione valutata dal Sindaco positivamente che è servita a confermare la comune volontà a ribadire la contrarietà assoluta a qualsiasi impianto di biomassa.
Durante l’incontro è stato proposto di costituire un gruppo di lavoro composto da amministrazione e rappresentanti delle associazioni che potrà stilare un programma concordato di azioni da svolgere per bloccare  l’istanza della Tretigli e poi ratificare tutto in un eventuale consiglio comunale aperto. “E’ stata l’occasione per fare chiarezza su un tentativo di strumentalizzazione in atto della vicenda ‘Biomasse’ – dichiara il sindaco Botta – , una vicenda politicamente chiusa e su cui la città è unita.”

Menfi, il Sindaco: Biomasse argomento chiuso. Parliamo di sviluppo

Il sindaco di Menfi fa chiarezza sulle voci che intenterebbero far credere ai menfitani che società interessate alla realizzazione di impianti di biomasse potrebbero far leva su eventuali accondiscendenze politiche.

“L’unico SI al progetto di realizzazione dell’impianto di biomasse la società ‘Tre Tigli’ l’ ha avuto nel 2006 da parte dell’allora Sindaco Nino Buscemi, mentre da quando alla guida della città c’è il sottoscritto – afferma Michele Botta – Menfi ha sempre negato ogni autorizzazione in ogni sede, dal consiglio comunale alle conferenze dei servizi, l’ultima delle quali si è svolta nel dicembre 2011, ma in ogni caso, come per l’acqua, sarei pronto a fare le barricate.
Oggi c’è chi vuole strumentalizzare questo tema, ponendosi dietro e sfruttando la buona fede di chi ha una faccia pulita e credibile: Menfi su ciò è unita.”.

Tutta la documentazione a breve sarà consultabile sul sito internet del comune di Menfi.

“Menfi deve parlare di sviluppo economico, di giovani, dei tanti progetti presentati per lo sviluppo turistico e soprattutto di Porto per il quale non solo abbiamo fatto tutto ciò che è di nostra competenza mettendo a disposizione di tutti i soggetti coinvolti – pubblici e privati – tutti gli strumenti utili per portare a termine i lavori, ma abbiamo anche ottenuto la prima posizione nella graduatoria per l’assegnazione degli speciali fondi Jessica. Ora sta al Privato, Bolici, presentare il progetto esecutivo entro i termini.”