Acqua, le iene ad agrigento

Girgenti Acque non garantisce l’acqua giornaliera ad Agrigento. La iena Matteo Viviani dedica un lungo servizio sulla Privatizzazione dell’acqua in provincia di Agrigento (http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/160642/viviani-privatizzazione-dellacqua.html).

Dopo aver sentito le lamentele dei cittadini, l’inviato delle iene si reca dall’amministratore delegato di Girgenti Acque, Giuseppe Giuffrida. Poi, al cineastor di Agrigento dove si tiene una manifestazione provinciale contro la privatizzazione dell’acqua alla quale partecipano amministratori, associazioni, sindacati e tantissimi cittadini comuni.

Anche il Sindaco di Menfi, Michele Botta, intervenuto durante la manifestazione, è stato intervistato da Matteo Viviani. In quell’occasione il sindaco di Menfi, Michele Botta, ha espresso la sua volontà di partecipare alla battaglia dei Comuni contro la privatizzazione. Una battaglia che continua ad andare avanti e che ha visto la proposta del primo disegno di legge popolare all’Ars per rendere nuovamente pubblico il servizio.

Settesoli, il Nero d’Avola dei templi

Per comprendere un vino bisogna partire dai vigneti. La natura a Menfi, tra la Valle dei Templi di Agrigento e i templi di Selinunte, è straordinaria. Il clima è mite ed il territorio, dolci pendii di colline che degradano verso il mare, è da sempre vocato alla coltivazione della vite. Per qualità dei suoli ed esposizione, questi luoghi esprimono la vera sostanza del sud, feconda e ricca.

Qui, in questo angolo di perfezione, Settesoli coltiva il suo Nero d’Avola, il vitigno autoctono che parla di Sicilia in tutto il mondo. La competenza dei Maestri vinificatori in cantina, completerà l’opera: uno splendido Nero d’Avola coltivato, prodotto, imbottigliato ed etichettato da Settesoli.

Possiede, oltre a quanto descritto, un’ulteriore caratteristica che lo rende unico: il miglior rapporto qualità/prezzo esistente sul mercato. Alla vista si presenta di colore rosso intenso, al palato risulta rotondo ed equilibrato.

Per saperne di più? Chiedete alle carni rosse e bianche, agli arrosti, brasati e gioiose grigliate, ai formaggi di media stagionatura, ai primi piatti importanti.

Un’unica raccomandazione: servitelo ad una temperatura non superiore ai 18/20°C.

Tutto qui, buon appetito.

Acqua, presa diretta: il video andato in onda su rai3

Acqua, a Menfi le telecamere rai di “Presa diretta”

Michele Botta a Presa Diretta Rai 3

Michele Botta intervistato per "Presa Diretta" - Rai 3

PRESA DIRETTA, la trasmissione in onda ogni domenica sera su RAI3 , tratterà della protesta dei sindaci contro la privatizzazione dell’acqua.
Una troupe della Rai è stata a Menfi per intervistare il Sindaco Michele Botta e per riprendere anche i pozzi e le reti del comune di Menfi come esempi positivi della gestione del servizio idrico in Sicilia.

Domenica 7 febbraio si parlerà quindi di “Acqua rubata” .
Pubblico o privato per la gestione degli acquedotti? Dopo l’approvazione della legge che impone agli enti locali di privatizzare gran parte della gestione delle risorse idriche con le telecamere “Presa diretta” attraversa l’Italia per svelare le storie positive e gli esempi negativi, la sete colpevole che affligge Agrigento e provincia. Un’inchiesta svela i meccanismi e leggi che consentono i grandi profitti dell’industria dell’acqua minerale.

L’appuntamento è quindi per domenica 7 febbraio alle 21, 15 su Rai 3

Qualità della vita, D’orsi cita Menfi per difendere la provincia di Agrigento

Il mare di Menfi fiore all’occhiello della Provincia e d’Italia. Botta: “Speriamo di essere da stimolo agli altri Comuni e salire insieme nella classifica di qualità della vita”

“Siamo fieri e orgogliosi del fatto che Menfi sia annoverata fra le cose più belle della Provincia di Agrigento, accostata per il nostro splendido mare alla Valle dei Templi, a Sciascia e Pirandello”.

Il sindaco di Menfi, Michele Botta, commenta così la dichiarazione del presidente della Provincia Eugenio D’Orsi al Sole24ore nell’articolo “Agrigento non invidia la prima della classe”, in merito alla classifica sulla qualità della vita che pone la provincia all’ultimo posto in Italia.

“Ringraziamo D’Orsi auspicando che Menfi possa essere da stimolo anche agli altri Comuni della provincia in modo da scalare tutti insieme la classifica del prossimo anno – continua Botta – il nostro obiettivo è di essere ancora più attrattivi per i turisti e per questo contiamo sul coinvolgimento della Provincia stessa nelle attività di promozione del territorio e nel miglioramento della fruibilità e sicurezza attraverso una costante manutenzione delle strade provinciali”.

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2009/12/qualita-vita-agrigento-non-invidia-prima-della-classe.shtml?uuid=8b668f52-ed77-11de-98a1-9db4d6fc530d&DocRulesView=Libero

Incidenti stradali, il sindaco di Menfi chiede tavolo tecnico per la sicurezza

Il sindaco di Menfi, Michele Botta, ha scritto al Prefetto di Agrigento e al presidente della Provincia per chiedere la convocazione urgente di un tavolo tecnico per definire un piano di interventi che garantisca la definitiva messa in sicurezza delle strade provinciali che attraversano il territorio extraurbano conducendo alle frequentatissime località balneari.

“Scrivo per denunciare, ancora una volta, l’inaccettabile stato di degrado delle nostre strade – si legge nella lettera del primo cittadino – e lo faccio mentre il mio comune piange l’ennesima giovane vittima di un tragico incidente stradale, il 17enne

daniele puccio

daniele puccio

Daniele Puccio, già la seconda in pochi mesi. In qualità di sindaco – continua Botta – il mio sentimento è di impotenza e di frustrazione di fronte al dolore di questa famiglia, ma non si può assolutamente rimanere inerti”.

Botta cita infatti le precedenti numerose segnalazioni, inoltrate dal Comune sin dal 2005, a denunciare il vergognoso stato di degrado di strade che risultano del tutto inadeguate ad assorbire il volume di traffico estivo: mancano le condizioni minime di sicurezza, dai segnali luminosi alla segnaletica verticale e orizzontale, ai guard rail e la manutenzione del manto stradale è del tutto carente, tanto da causare crepe, buche e tratti privi di aderenza estremamente pericolosi.

“A fronte della perdurante inerzia dell’ente preposto alla manutenzione e al verificarsi di tali gravi incidenti – conclude Botta – chiedo di convocare un tavolo tecnico che accerti carenze e competenze e determini gli interventi necessari per garantire la massima sicurezza ai moltissimi che quotidianamente transitano per queste strade”.