Concerto di fine anno scolastico degli alunni del corso ad indirizzo musicale dell’I.C. “S. Bivona” di Menfi

Grande successo, giovedì 6 giugno, per il concerto di fine anno organizzato dall’Istituto  Comprensivo “Santi Bivona” di Menfi.

santi bivona

La serata ha infatti visto protagonisti, presso il Centro Civico di Menfi,  gli studenti dell’indirizzo musicale della scuola media “Santi Bivona” di Menfi, guidati  dai docenti Giusy Pellegrino (per la classe di flauto), Salvatore Amplo (per la classe di violino), Mauro Filippo Cottone (per la classe di violoncello) e Floriana Cacciatore (per la classe di pianoforte).

I giovani musicisti hanno dato vita ad uno splendido spettacolo, dimostrando come la Musica possa divenire un prezioso strumento di conoscenza, confronto e socializzazione.

Hanno aperto il concerto gli alunni di 1a media con la “Marcia” di Elgar.

A seguire si sono esibiti i migliori classificati, per ogni classe di strumento presente all’I.C. “S. Bivona”, ai tornei del campo scuola “Musicainsieme 2013” (svoltosi a Scoglitti (RG) dal 27 al 31 maggio scorso ndr.) con le note di: “Concertino” in La minore di A. Curci per violino e pianoforte, “I tre moschettieri” per trio di violoncelli, “River flows in you” per pianoforte, “Berceuse” op. 16 per flauto e pianoforte e, infine, “Ciarda” per violino e pianoforte di A. Curci.

L’orchestra, infine, formata da alunni delle classi 2a e 3a del corso C e G, ha stupito l’intera platea con un impegnativo programma di brani di musica d’insieme proposti in arrangiamenti curati dal prof. Salvatore Amplo, che hanno valorizzato con attenzione le peculiarità esecutive dei ragazzi, che si sono impegnati con grande energia ed immenso entusiasmo. Il repertorio ha previsto brani di compositori giapponesi: da Peaceful day di Y. Mitsuda, a Shine di W. Joseph, Jinsei no merry di J. Hisaishi, Sailing on the great sea tratto dal videogioco “La legenda di Zelda” di K. Kondo, per finire con Scar’s of time di Y. Mitsuda.

L’ orchestra si è caratterizzata per il buon livello di preparazione dei singoli strumentisti che hanno saputo amalgamare il loro suono con quello degli altri.

Il pubblico ha molto gradito lo spettacolo, sottolineandolo con calorosissimi e lunghi applausi.

Una serata assai gradevole, quindi, all’insegna della musica e della diffusione della cultura musicale che ha avuto termine con un piccolo rinfresco organizzato esclusivamente dalle famiglie dei giovani muisicisti.

All’I.C. “Santi Bivona” di Menfi dall’anno scolastico  2oo1/2002, è attivo un corso ad indirizzo musicale, di durata triennale, nell’ambito del quale è possibile studiare  quattro diversi strumenti musicali: pianoforte, flauto, violino e violoncello.

Il corso ad indirizzo musicale si configura come specifica offerta formativa e non va pertanto confuso con laboratori musicali e strumentali di vario tipo.

Il “Santi Bivona” di Menfi al Campo scuola ”Musicainsieme 2013”

Dal 27 al 31 maggio scorso si è svolto al Villaggio Kastalia di Scoglitti (RG) il Campo scuola per le scuole medie ad indirizzo musicale ”Musicainsieme 2013” organizzato dalla scuola media “G. Garibaldi” di Enna.
Per il 2° anno consecutivo, gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Santi Bivona” di Menfi si sono esibiti sia con l’orchestra didattica, che nei tornei musicali che si svolgevano ottenendo, alla fine del Campo Scuola, risultati più che soddisfacenti.
Al Campo scuola hanno partecipato S.M.I.M. diverse siciliane e delle Marche.
Un grande obiettivo ottenuto da tutti i partecipanti è stato il confronto costruttivo tra le scuole partecipanti, in un clima sereno basato sui valori dell’amicizia e della solidarietà.
Ciò non può che invogliare e stimolare i ragazzi all’approfondimento dello studio della musica e dei vari strumenti musicali.
Ma oltre agli obiettivi formativi sono stati ottenuti dagli alunni dell’I.C. “S. Bivona” di Menfi anche importanti classificazioni in ambito regionale e non solo. Per il 2° anno consecutivo un “Premio speciale” è stato conseguito dalla sezione Violini mentre un 2° premio è stato conseguito dall’Orchestra.

Nei tornei musicali disputatisi, i premi per gli alunni dell’I.C. “S. Bivona” di Menfi sono stati:

Violino

Cat. Solista – conseguito 1° Premio

Cat. Solista – conseguito 1° Premio

Violoncello

Trio Violoncelli II media – conseguito 1° Premio

Cat. Solista II media – conseguito 2° Premio

Cat. Solista II media – conseguito 2° Premio

Cat. Solista II media – conseguito 2° Premio

Flauto

Cat. Solista – conseguito 1° Premio

Cat. Solista – conseguito 2° Premio

Trio flauti II media – conseguito 2° Premio

Duo fl e pf II media – conseguito 2° Premio

Duo fl e pf – conseguito 2° Premio

Duo fl e pf – conseguito 2° Premio

Duo di flauti – conseguito 2° Premio

Pianoforte

Cat. Solista II media – conseguito 2° Premio

Cat. Solista II media – conseguito 3° Premio

Menfi: inaugurata la Collezione Civica d’arte “Gallè – Upiglio”

È stata inaugurata a Menfi, alla presenza del maestro stampatore e incisore d’arte Giorgio Upiglio, la sede museale di Casa Planeta che esporrà la Collezione Civica D’Arte “Gallè – Upiglio”.
L’esposizione permanente, promossa dall’Assessore alla Cultura Margherita Ocello e curata da Gioacchino Mistretta, mette in risalto le più significative creazioni di Rita Gallé poliedrica artista siciliana, famosa nel mondo per le sue singolari creazioni artistiche, le cui opere: acquarelli, sculture, porcellane e gioielli, sono capaci di infondere incanto e magia, misteriosa alchimia, in grado di emanare gioia, calore e soprattutto amore.

Alle quali si sono, recentemente, aggiunte opere di arte grafica dei più grandi artisti del Novecento donate dal  maestro incisore e stampatore Giorgio Upiglio, famoso nel mondo come l’erede di Ambroise Vollard (1867-1939), il padre del “libro figurato d’autore”.

Sono stampe originali, litografie, acqueforti, bulini, xilografie e libri d’artista, di autori come Mirò, De Chirico, Düchamp, Giacometti, Man Ray, Fontana, Alechinski, Buzzati, Gunter Grass, Minguzzi, Fiume, Guttuso, Paladino, Chin, ecc. che hanno affidato le loro creazioni ai torchi milanesi del maestro Upiglio.

I giovani e la musica: successo per il gemellaggio Menfi-Castellamare del Golfo

scuola santi bivona

scuola santi bivona

Grande successo ha riscosso la manifestazione “I giovani e la musica”, organizzata dall’Associazione Siciliana Amici del Pianoforte con il patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo, in occasione della festa dell’Autonomia Siciliana.

La serata ha visto sfilare sul palcoscenico di un gremito Teatro Apollo gli studenti di flauto dell’Istituto Comprensivo “Santi Bivona” di Menfi diretto dal Dirigente Scolastico Prof.ssa Teresa Guazzelli e gli studenti di pianoforte dell’Istituto Comprensivo ad indirizzo musicale “Nino Navarra” di Alcamo diretto dal Dirigente Scolastico Dott.ssa Caterina Buffa, seguiti rispettivamente dalle Professoresse Giusy Pellegrino e Caterina Quartana.

I giovani musicisti, delle classi 1a, 2a e 3a della scuola media, hanno dato vita ad uno splendido spettacolo, dimostrando come ancora oggi la musica sappia rappresentare, oltre che un importante mezzo di comunicazione e di espressione, anche un grande valore aggregante e di crescita formativa della persona ed hanno stupito l’intera platea con un impegnativo programma.

Il pubblico ha molto gradito lo spettacolo, sottolineandolo con calorosissimi e lunghi applausi.  “Siamo veramente orgogliose  dei nostri studenti – hanno commentato le due docenti – poiché hanno dimostrato notevoli capacità performative; inoltre  questo gemellaggio melodioso ha permesso loro di fare  nuove amicizie e  confrontarsi con coetanei di altre scuole – . Una serata assai gradevole, quindi, all’insegna della musica e della diffusione della cultura musicale.

All’I.C. “Santi Bivona” di Menfi, dall’anno scolastico  2001/2002, è attivo un corso ad indirizzo musicale, di durata triennale, nell’ambito del quale è possibile studiare  quattro diversi strumenti musicali: pianoforte, flauto, violino e violoncello.

Il corso si configura come specifica offerta formativa e non va pertanto confuso con laboratori musicali e strumentali di vario tipo. Il corso musicale comprende, infatti, tutte le discipline di un corso normale di scuola secondaria di primo grado, caratterizzandosi con due ore di studio pomeridiano: una lezione di strumento e una di musica d’insieme, sia per gruppi di strumento che per orchestra.

Menfi, oltre 800 conchiglie marine e terrestri in mostra per “Stupor Maris”

Sabato si inaugura la nuova sede della Collezione malacologica permanente

Museo CivicoDa sabato prossimo oltre ottocento conchiglie marine e terrestri di tutto il mondo arricchiranno le prestigiose sale di Palazzo Pignatelli a Menfi (Ag). Sarà inaugurata il 20 aprile, infatti, la nuova sede della Mostra Malacologica Permanente “Vanna Rotolo” con l’evento “Stupor Maris” organizzato dall’Istituzione Federico II con il Comune di Menfi. L’esposizione è il frutto dell’appassionata ultraventennale ricerca di Vanna Rotolo, che prosegue la strada tracciata nel solco della tradizione malacologica siciliana da oltre un secolo dal Marchese di Monterosato, Calcara, De Gregorio, Aradas e tanti altri. L’ostensione, che comprende anche una bacheca di crostacei, è ripartita in quattro settori dedicati a eminenti studiosi, quali il Marchese di Monterosato, Fernando Ghisotti, Claudio Ebreo e Angelina Pastorello Gaglini, che hanno contribuito a costituire la moderna storia della malacologia italiana.

L’evento prenderà il via alle 9.30 alla Biblioteca Civica con un omaggio musicale dei professori Laura Chiaramonte e Mario Prost de Royer; seguirà – dopo il saluto del sindaco Michele Botta, dell’Assessore alla Cultura Margherita Ocello e del presidente dell’Istituzione Federico II Ascanio De Gregorio – l’approfondimento tematico “Tra Terra e Mare – Incontri Malacologici”, in cui relazioneranno Ignazio Sparacio, Nunzia Oliva,  Marco Oliverio, Renato Chemello e Francesco Pusateri. Alle ore 12 il taglio del nastro e la visita guidata con l’Associazione Naturama di Palermo, che ha curato l’allestimento scientifico.

Carnevale, a Menfi sfilerà un carro che ironizza sul Sindaco e Miss Italia

Sarà un carro allegorico chiamato “Ahi chi Botta” – raffigurante il Sindaco di Menfi e Miss Italia Giusy Buscemi – il protagonista della seconda edizione del “Carnevale con noi”. Quattro giorni di festa organizzati dalla associazione Odissea, presieduta da Lucia Mazzara, che prenderanno il via domani pomeriggio, alle 17, con la sfilata del carro seguita dall’esibizione di gruppi di ballo in piazza Vittorio Emanuele alle 23. La partenza del corteo è prevista da via Rosario Livatino e proseguirà in via Morrione, corso Bilello, via Ognibene, via della Vittoria fino alla piazza, dove sul palco condurranno Adriano Raia e Giacomo Tarantino con la partecipazione di Valeria Gulli.

L’evento, che coinvolge circa 80 giovani di Menfi, è stato realizzato con autofinanziamento del presidente dell’associazione e il contributo del Comune e di alcuni sponsor privati

Cultura, debutta a Firenze la prima performance declinata su Maria.

Una produzione siciliana che dall’Isola porta con sé tratti e gesti universali
L’8 dicembre l’evento “Airam” nella chiesa di San Filippo Neri

20121205-015853.jpg
Coscienza e conoscenza, due aspetti della medesima realtà: fede e misteri che si intrecciano e si incarnano. Musica, danza, parola: spettacolo e liturgia per una performance teologica che trova riscontro nella formula dell’ave verum corpus. Va in scena “Airam”, una visione epidermica del valore iniziatico di Maria (di cui “Airam” è infatti speculare) affidato alla declinazione dell’immagine di Eva, della Sposa del Cantico, la Grande Babilonia e la nuova Gerusalemme in una sintesi sapienziale. Prima tappa di questo appuntamento esclusivo sarà sabato 8 dicembre a Firenze, alle 21, in occasione della solennità dell’Immacolata Concezione, quando la Congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri, nel giorno in cui si celebra il dogma attorno al quale orbita la spiritualità dei padri filippini, ospita “Airam”, un capolavoro di misticismo e speculazioni teologiche attorno alla figura di Maria, Vergine, Sposa, Madre, Donna.
Ricerca musicale, con brani classici e arrangiamenti originali interpretati da violino, violoncello, organo e tiorba (Salvatore Amplo, Mauro Cottone, Margherita Da Ronco, Giuseppe Polizzi): gesti, dogmi e tradizioni su composizioni di H.Purcell, W.A.Mozart, M.E.Bossi, M.Cottone, C.Monteverdi, J.S.Bach, G.B.Pergolesi. La voce narrante di Giuditta Perriera darà fiato a testi inediti e sapienziali, che prenderanno corpo grazie alla performer Giusi Vicari, diretta dal regista siciliano Francesco Bondì. «Non si deve chiedere che cosa significano i simboli, perché i simboli non significano, operano»: “Airam” non è teatro e musica soltanto, è una riflessione in scena, una liturgia cantata, un’esperienza interiore che mette, in reverenziale silenzio, dinanzi al mistero della vita. Un percorso simbolico articolato che si accosta al mistero, perché come dice Umberto Galimberti «ai misteri ci si accosta, i misteri non si spiegano»: se vengono spiegati perdono l’essenza della loro natura. «La comprensione della religione cattolica passa attraverso la comprensione della sua forma originaria e della sua struttura fondamentale – spiega il regista Francesco Bondì – Se poi il senso del mistero crea quella sensazione di vuoto che anticipa le emozioni dell’estasi nella contemplazione, dipende forse da ciò che si è o da qualcos’altro ancora. L’intenzione è di vestire la forma, la materia e la musica, di tutti quei contenuti che raccontano Maria, la vergine, la sposa, la madre, la figlia. Una ri-conquista del linguaggio dei simboli, una ri-alfabetizzazione simbolica della società, che sarebbe da sola un contributo straordinario alla comprensione fra culture e sistemi di pensiero diversi».
Se negare il dogma è una follia, volerlo spiegare è stupido
AIRAM 8 dicembre 2012 ore 21, chiesa di San Filippo Neri, piazza San Firenze, Firenze