Piano Paesaggistico: spiragli per lo sviluppo edilizio di Menfi

A differenza di quanto sostiene il sindaco Lotà, la concertazione con la Soprintendenza di Agrigento non si limita soltanto ai Comuni, ma va necessariamente estesa alle associazioni di categoria, ai tecnici, alle associazioni, ai cittadini.

E di conseguenza, è ancora possibile fermare gli effetti negativi che tale piano produrrebbe nel territorio menfitano.

Tra tutti, la perdita di contributi per circa 5 milioni di euro per progetti già finanziati e ottenuti durante la mia amministrazione per la costa di Menfi Marittima (vedi accessi al mare).

Risulta, altresì, incomprensibile, che nel resto della provincia, dal confine con Sciacca in poi, il limite di inedificabilità sia di 150m dalla costa, mentre solo nel territorio menfitano tale limite viene fissato in 300m e oltre!

A chi erano stati inculcati dei dubbi, durante l’incontro di oggi pomeriggio ho dimostrato con atti concreti, la puntualità e competenza della mia amministrazione in tutti gli appuntamenti con la Soprintendenza volti a tutelare l’economia della città di Menfi.

conferenza stampa pist terre sicane menfi

A Menfi nuovi vincoli per costruire: un duro colpo all’edilizia e allo sviluppo urbanistico

Belìce: 45 milioni per la ricostruzione della valle. Dalla Legge di Stabilità oltre 6 milioni alla città di MenfiDal 10.02.14 all’11.5.14 rimarrà pubblicato nell’Albo Pretorio del Comune di Menfi il decreto n° 7 del 29.7.13 avente ad oggetto l’adozione del Piano Paesaggistico Regionale.

L’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana – Sopraintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali –  ha definito nuovi vincoli paesaggistici per l’intero  territorio provinciale.

Anche il territorio del Comune di Menfi subirà pesanti ripercussioni da questi nuovi vincoli che si andranno ad innestare sia lungo la costa, dal vallone Gurra di mare alla foce del fiume Carboj,  sia in varie zone del  territorio comunale (es. lungo i valloni, nella zona Cipollazzo o in certe parti della zona PIP).

Già nel giugno 2011 l’Amministrazione Botta si oppose alle linee guida del Piano Paesaggistico regionale

Le Linee guida, infatti, avevano individuato sul territorio regionale 17 ambiti o macroaree, ognuna delle quali dovrà essere soggetta a un suo piano paesistico di ambito.
Anche Menfi e la sua costa fa parte di una delle 17 macroarie e quando si parla di riorganizzazione si mettono dei paletti molto alti e grossi che diventano muri che fanno del tutto dimenticare lo scopo finale. Infatti in base a questa programmazione urbanistica in ambito regionale si prevede nella nostra fascia costiera, cioè dalla Capparrina a Porto Palo, l’inedificabiltà assoluta (cioè la limitazione in maniera integrale della potestà edificatoria dei soggetti) in una striscia di terreno che va dalla battigia fino a circa 600-800 metri, andando così a bloccare la nascita di qualsiasi altro tipo di attività turistica o residenziale a corredo del nostro mare.

L’attuale amministrazione Lotà  non sembra, invece, avere a cuore le maestranze locali ( muratori, idraulici, falegnami, elettricisti ) che vedrebbero definitivamente compromessa la possibilità di lavorare nel territorio menfitano.

Piuttosto, il vertice dell’amministrazione locale preferisce ricevere attacchi anche dai soci del Big Bang, la cerchia dei suoi fedelissimi:

Ponendo tali vincoli di edificabilità (relativa o assoluta) al nostro territorio si taglieranno ancora una volta le ali alle nostre maestranze e quindi ciò avrà una forte incidenza economica. 

Da semplici cittadini vorremmo una classe politica che si impegni e sia più presente, una classe politica che sia sempre garante del territorio e dei suoi cittadini”.

Nella vana speranza di una retromarcia da parte dell’amministrazione e del consiglio comunale di Menfi, non resta che adoperarsi in prima persona e presentare le osservazioni e le opposizioni al piano.

Menfi: finanziato il progetto della giunta Botta che cambierà il volto di Porto Palo. Il Sindaco Botta: “E’ la politica dei fatti”

Approvato con decreto n. 2289/2012 dell’Assessorato Infrastrutture – Dipartimento opere Marittime e Portuali il progetto presentato dall’Amministrazione Botta riguardante la riqualificazione di Menfi Marittima.
Il progetto dichiarato ammissibile a finanziamento, denominato  “Opere infrastrutturali a corredo della fascia litoranea di Porto Palo – Passeggiata a mare e parcheggi – e realizzazione di pontili in legno per mitigazione dei pennelli a mare, nel tratto di spiaggia della località denominata Cipollazzo” concerne il tratto compreso tra il molo di sottoflutto ed il primo pennello a Porto Palo e sarà finanziato per un importo di  € 2.000.000,00 .
“Abbiamo dotato il Comune di Menfi di un importante parco progetti – dice il Sindaco Michele Botta –, questo è forse quello più importante, quello atteso da tutti i cittadini: Porto Palo non ha un lungomare degno di una località turistica e in questi anni abbiamo lavorato proprio per dotare di infrastrutture serie le nostre borgate. E tutto ciò – conclude il Sindaco – valorizzando
le risorse umane degli uffici comunali, senza far ricorso alle consulenze esterne cui si era abituati nel passato Oggi cogliamo i frutti di questo lavoro, ma non ci fermiamo qui: la politica dei fatti continuerà a dare buoni risultati per i nostri concittadini!”
Il progetto migliorerà il traffico pedonale attraverso il camminamento della passeggiata a mare e dei pontili, inteso a realizzare un’ atelier permanente, volto anche alla promozione di attività ludiche e culturali e ad offrire maggiore qualità e sevizi sufficienti ai fruitori della spiaggia, specie nella stagione estiva.
Le opere saranno realizzate sulla spiaggia, al di sotto ed in parallelo alle due corsie stradali esistenti in località Porto Palo, compresa tra il molo di sottoflutto del porto ed il primo pennello a mare, posto subito dopo il vallone “Gurra di Mare”

Ricostruzione Belice. Sindaci ottengono via libera dal governo Regionale per 450mln di euro

Il coordinamento dei sindaci del Belìce ha ottenuto l’impegno da parte del Presidente della Regione Siciliana a considerare la conclusione della ricostruzione come una delle priorità del Governo regionale. Ciò si è concretizzato in una lettera ufficiale che Lombardo ha già inviato al Ministro per la coesione territoriale Prof. Barca per la riprogrammazione dei fondi FCS 2007/2013 con i quali si potrà completare la ricostruzione della valle del Belice. Si tratta in totale di 450 milioni di euro, di cui 300 per l’edilizia privata e 150 per le opere pubbliche.

Il coordinamento dei sindaci si era auto convocato stamattina davanti la Presidenza della Regione siciliana: “questa – dichiara il vice coordinatore dei sindaci della valle del belìce, Michele Botta era una delle diverse ipotesi che i sindaci avevano posto sul tavolo e fa seguito ai numerosi incontri preparatori avuti nei mesi scorsi a Roma presso i Ministeri competenti che avevano posto come pregiudiziale indispensabile la destinazione di questi fondi alla ricostruzione da parte della Regione Siciliana“.

Finanziata la pista ciclabile Porto Palo – Sciacca per un importo di 3 milioni di euro

pista ciclabile menfi-porto palo

Con Decreto dell’Assessorato regionale Territorio e Ambiente n.3/2012, registrato dalla Corte dei Conti il 26/03/2012, è stato finanziato al Comune di Menfi il progetto per il prolungamento della pista ciclabile da Porto Palo fino a Sciacca lungo la ex linea ferroviaria.

Ne da notizia il Sindaco Michele Botta: “L’amministrazione ha deciso di puntare su opere a servizio del turismo capaci di attrarre sempre nuovi visitatori valorizzando, al contempo, il meraviglioso proscenio naturale del nostro territorio. La pista ciclabile, infatti, oltre ad essere un’infrastruttura molto apprezzata da concittadini e visitatori, è anche uno di quei requisiti previsti per l’assegnazione della bandiera blu“.

Menfi, primo nella graduatoria stilata dall’Assessorato regionale Territorio e Ambiente, diverrà il comune con la più alta percentuale di km di mobilità alternativa in Sicilia. Il finanziamento rientra nell’ambito dell’intervento 3.2.1.1 – seconda finestra, seconda fase, Asse VI “Sviluppo urbano sostenibile”.

IL PROGETTO PRESENTATO A FINE 2009 

Menfi: approvato progetto di riqualificazione urbana da 3mln di euro. Il Sindaco Botta: “Ecco i primi frutti del cambiamento”

cortili menfiCon Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento Regionale della Famiglia n. 257/2012 è stato ammesso a finanziamento il progetto presentato dal Comune di Menfi “Lavori di risanamento del vecchio centro – opere di urbanizzazione primarie e della riqualificazione dei cortili storici e delle aree residuali, 2° stralcio”, per un importo finanziato di € 2.746.429,09, per un totale di € 2.964.235,02

“In questi ultimi anni abbiamo lavorato tanto sul fronte della programmazione e della progettazione: presto cominceremo a vedere i primi frutti – dice il Sindaco Michele Botta –.  Il  comune di Menfi era privo di un parco progetti degno di tale nome e abbiamo dovuto lavorare sodo per cambiare la rotta e investire su progettualità importanti per il medio e lungo periodo”.

Quello finanziato è uno dei progetti del PIST presentati nella seconda finestra del P.O. F.E.S.R. 2007-2013 – Linea di intervento 6.2.2.2 (Menfi Centro) e dichiarati ammissibili dal dipartimento programmazione della Regione siciliana l’ottobre scorso.

Si tratta del completamento della pavimentazione di via della vittoria e dei cortili storici del centro urbano di Menfi

“A breve, inoltre, partiranno i lavori per il rifacimento della seconda ala di Palazzo Planeta – conclude il Sindaco Botta – per il quale questa amministrazione aveva sbloccato un finanziamento di € 1.300.000,00: un’ulteriore dose di fiducia per la città in tema di economia e occupazione.”

Menfi: il Consiglio comunale approva piano di lottizzazione in zona C4. Soddisfatto il Sindaco Botta

Il consiglio comunale di Menfi di giovedì 29 marzo ha approvato un piano di lottizzazione in località “Torrenova – Cipollazzo”, in piena zona omogenea di espansione stagionale C4:

“Sono soddisfatto per l’approvazione di questo piano – afferma il Sindaco Michele Botta – perché consentirà non solo l’urbanizzazione di un’importante superficie nei pressi della fascia costiera, ma darà nuove opportunità ai tanti artigiani menfitani”.

Il Consiglio comunale ha anche approvato la Presa atto della deliberazione della Corte dei Conti, una mozione di indirizzo di Contrarietà alla realizzazione dell’ impianto per la termovalorizzazione di Biomasse nel Comune di Menfi, e alcuni debiti fuori bilancio.