Siccità, ecco i moduli per il risarcimento dei danni in agricoltura.

irrigazione vignetiCon un avviso pubblico del 28 agosto scorso, il Dipartimento dell’agricoltura dell’assessorato regionale siciliano ha avviato l’iter per effettuare una conta dei danni causati dalla siccità e dalle temperature elevate di questa stagione alle colture dell’isola.

Di seguito, l’avviso e i moduli da inoltrare agli uffici competenti

Annunci

Palazzo Planeta, da Enoteca a Ufficio del comune

OLYMPUS DIGITAL CAMERAC’è ancora chi si chiede perché l’amministrazione Lotà ha revocato l’affidamento della gestione dell’Enoteca delle Terre Sicane alla sommelier professionista Erina Migliore ed al suo Staff.

E’ di oggi, infatti, la notizia che l’amministrazione comunale ha deciso di destinare la prestigiosa location – ristrutturata con fondi pubblici finalizzati proprio a riservare l’immobile ad Enoteca – ad Ufficio Scolastico Comunale.

Dopo i flop dell’amministrazione Lotà che, con l’associazione sistema vino aveva vanamente tentato di affidarne la gestione previo periodo di prova della durata di un anno, oggi il Palazzo rimane chiuso alla fruizione degli estimatori del vino e destinato ad ufficio comunale.

Agricoltura, acqua per usi irrigui: rincari fino a 19 centesimi mc

“La provincia di Agrigento è l’unica al mondo in cui è richiesto il pagamento di aumenti fantasma e retroattivi”.

irrigazione vigneti

Lo denuncia la Coldiretti con riferimento a quanto disposto dal consorzio di bonifica di Agrigento che non eroga l’acqua se prima l’agricoltore non paga un aumento di 4 centesimi al metro cubo calcolato dal 2012.

“In particolare – rileva ancora Coldiretti Agrigento – a Menfi, da un costo di 15 centesimi al metro cubo si è passati nel 2015 a 19 centesimi e inoltre si teme che raddoppi anche la tassa fissa per ettaro raggiungendo cifre astronomiche. La situazione è drammatica anche a Ribera dove per garantire l’erogazione bisogna saldare l’aumento dal 2014 portando il costo di un metro cubo a 24 centesimi con rincari progressivi per il futuro: un prezzo che gli agricoltori non possono assolutamente sostenere”.

“L’acqua per l’agricoltura va pagata, ma ad un costo equo – afferma il direttore Giuseppe Miccichè – il costo dell’irrigazione non può essere così pesante e determinante per il bilancio aziendale. Chiediamo un incontro urgente al prefetto Diomede perché la situazione è diventata esplosiva che potrebbero sfociare in proteste di piazza”

(belicenews.it)

Enoteca delle Terre Sicane di Palazzo Planeta: cercasi gestore

barbera lotà palazzo planeta

barbera lotà palazzo planeta

Era l’ottobre 2011 quando veniva inaugurata l’Enoteca della Strada del Vino delle Terre Sicane sita all’interno del restaurato Palazzo Planeta di Menfi.

L’amministrazione comunale aveva affidato la gestione dell’Enoteca alla sommelier professionista Erina Migliore ed al suo staff.

Frattanto, l’amministrazione Botta presentava un progetto per la ristrutturazione della seconda ala del Palazzo: progetto che veniva finanziato per un importo pari a 1.300.000 euro e nel febbraio 2012 venivano aggiudicati i lavori.

Nel giugno 2013 si insediava la nuova amministrazione Lotà-Barbera e, dopo meno di un anno, la gestione affidata alla sommelier professionista Erina Migliore ed al suo staff si concludeva senza capricci.

In seguito, si susseguivano altre gestioni dell’Enoteca comunale che, tuttavia, si concludevano tutte in breve tempo.

Oggi, dopo mesi di chiusura forzata, l’associazione sistema vino pubblica un avviso per ricercare soggetti capaci di gestire l’enoteca, prevedendo però un periodo di prova della durata di un anno.

Riuscirà il nuovo gestore a superare il record raggiunto da Erina Migliore e dal suo staff?

 

Leggi il testo dell’avviso

Extravergine, a chi è servita la festa dell’ #olio ?

extravergine festa dell’olio menfi

Solo dopo due edizioni, è andata in soffitta “Extravergine“, la festa dell’Olio di Menfi: idea della Giunta Lotà, coordinata dall’associazione Scoprimenfi.

Ma oltre ai costi per i cittadini menfitani, la domanda che in molti oggi si fanno è: chi ci ha guadagnato da questa festa, anche in termini promozionali? quale nuovo brand dell’olio ne ha tratto davvero dei benefici?

L’ AUTUNNO DI CANTINE SETTESOLI, una grande azienda che investe puntando sulla qualità

Product Placement su “Cuochi e Fiamme”, 
lo Spot TV su Rai Uno, 
il Concorso OGGI “Vinci la qualità delle Grandi Marche” 
ed il successo del Digital Couponing

La più grande Cooperativa vinicola siciliana sceglie di comunicare l’eccellenza
dei suoi vini entrando nella quotidianità − oltre che nella dispensa − degli italiani
e lo fa a 360° diversi canali di comunicazione
Milano, 17 ottobre 2014 – Cantine Settesoli annuncia un autunno ricco di attività e iniziative di marketing, con il brand SETTESOLI protagonista su TV e web ed applicazioni digitali.
Antonella Imborgia, Responsabile Marketing di Cantine Settesoli, commenta così le attività intraprese dalla Cantina: “Abbiamo ideato una strategia di marketing articolata su diversi canali per potere coprire meglio il nostro target. Vogliamo conquistare un pubblico sempre più vasto e, allo stesso tempo, premiare la fiducia di chi già sceglie ogni giorno la qualità Settesoli, con l’obiettivo di sfatare il mito prettamente vinicolo che “piccolo è bello”: anche una grande azienda può fare qualità e in più può permettersi investimenti adeguati per vincere e comunicare questa qualità nel mondo.

Quest’anno i vini Settesoli saranno in Product Placement nella seguita trasmissione condotta da Simone Rugiati, “Cuochi e Fiamme” in onda su La7d alle 20:05.

La presenza del brand Settesoli in televisione, però, non si limiterà al product placement: dall’ultima settimana di Ottobre, infatti, si inserirà nel palinsesto Rai lo Spot TV “Gocce di Sicilia”.

Inoltre la Cantina, sempre attenta a forme innovative di comunicazione, ha già dato il via alle campagna di couponing digitale su Klikkapromo-Pazzi per le Offerte. L’attività sta avendo ottimi risultati e vanta già quasi 8.500 download. I coupon saranno scaricabili fino alla fine di novembre dal sito www.klikkapromo.it , dall’applicazione mobile Pazzi per le Offerte e dalle affissioni interattive nelle principali fermate della metropolitana di Milano.

Infine, anche quest’anno, Settesoli è nella rosa dei grandi marchi italiani del Concorso organizzato dal settimanale OGGI in collaborazione con Centromarca “Vinci la qualità delle Grandi Marche” che mette in palio tutta la qualità del Seligo, selezione delle migliori uve coltivate dai 2000 soci di Cantine Settesoli e pluripremiato dal Gambero Rosso.

SELIGO ROSSO SETTESOLI DOC SICILIA 2013 VINCITORE DELLA MEDAGLIA D’ARGENTO AL GRAN PREMIO INTERNAZIONALE DEL VINO MUNDUS VINI 2014

cantine settesoli seligo rossoNeustadt, 12 settembre 2014 – Seligo Rosso, il top di gamma del brand Settesoli, nasce per soddisfare l’esigenza di quelle persone che ricercano un vino di qualità da enoteca ad un prezzo veramente accessibile, da grande distribuzione. E a riprova della sua eccellente qualità Seligo ha ricevuto, sin da subito, numerosi premi, l’ultimo dei quali in ordine di tempo è la Medaglia d’Argento al 15esimo Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUS VINI 2014 tenutosi alla fine di agosto a Neustadt. Riconoscimento di gran prestigio, dal momento che i vini presentati al concorso sono stati sottoposti – in veste anonima e senza indicazione di origine e tipologia – alla commissione di 160 giurati provenienti da 38 paesi. Vito VarvaroPresidente Cantine Settesoli, commenta così i risultati ottenuti: “Questo riconoscimento ci rende orgogliosi della qualità dei nostri vini, gratifica il lavoro dei nostri tecnici e di tutta la squadra e ci dà conferma che la strada verso la qualità ad un prezzo ragionevole è quella giusta da percorrere per esportare anche all’estero la Sicilia migliore.” Il nome Seligo deriva dal latino seligere, scegliere, perché è il risultato della selezione delle uve più pregiate. (Nero d’Avola 85% e Syrah 15% per Seligo Rosso) ed è in vendita a scaffale a 6,50 Euro.