Ricordare Falcone

Il 23 maggio segna la fine di un uomo e l’inizio di un MITO.  19 anni fa la strage di Capaci, in cui furono barbaramente uccisi il magistrato GIOVANNI FALCONE, la moglie FRANCESCA MORVILLO e gli agenti di scorta ROCCO DICILLO, VITO SCHIFANI e ANTONIO MONTINARO.

Noi vogliamo manifestare il nostro rispetto e la nostra ammirazione nei confronti di quelle vittime e dimostrare la nostra vicinanza ai familiari.

Incitare chi, con fatti concreti, continua a portare avanti il lavoro iniziato da quegli EROI,  scoraggiando i cosiddetti ‘mafiosi’, facendo capire loro che le persone hanno preso coscienza del loro essere cittadini, con diritti e doveri. Per dare un senso, per quanto umanamente possibile, alla morte di quegli ANGELI-EROI,  dedichiamo LORO una preghiera, un pensiero, un commento, un fiore, una frase, una canzone, un qualsivoglia apprezzabile gesto, purché non si dimentichi.

Tocca a noi dare un segnale forte, positivo ed inequivocabile affinchè le loro idee camminino ancora sulle nostre gambe!

Giovanni Falcone aveva iniziato la lotta alla mafia gia a fine anni ’60. Fu lui insieme ai suoi più stretti collaboratori come Paolo Borsellino, a iniziare l’istruttoria del più grande processo alla mafia svoltosi a Palermo, dove vennero convocati oltre 400 imputati. Giovanni Falcone era divenuto così pericoloso per le cosche dopo l’omicidio di Ignazio Lo Presti costruttore “amico degli amici”, quando ci fu una grossa rivelazione fatta dalla moglie, cioè che “ziu” Lo Presti era in stretto contatto con “il boss dei due mondi” Tommaso Buscetta. Era quest’ultimo, dal Brasile, a dirigere gli affari del traffico della droga e gli interessi delle famiglie. Quando Falcone seppe dell’arresto di Buscetta volle andare subito a interrogarlo.

Grazie a questi si fece luce su tanti omicidi sia politici che “tradizionali” come quelli dei pentiti durante la guerra di mafia sia di quelli dei collaboratori di Falcone come Rocco Chinnici, Giuseppe Montana e Ninni Cassarà. Totò Riina, scottato dalla condanna in primo grado all’ergastolo si mise in agitazione perché il giudice stava andando troppo oltre: nessuno aveva pensato all’eventualità che lo strumento dei “pentiti”, rivelatosi essenziale contro il terrorismo, potesse risultare praticabile nella lotta alla mafia. Falcone portò in Italia un Buscetta pentito che doveva aprire la strada al ripensamento di tanti altri boss come Salvatore Contorno, Nino Calderone e Francesco Marino Mannoia. A Giovanni Falcone fu riservata prima la tagliente ironia del Palazzo di Giustizia di Palermo, poi la saccente campagna di stampa contro la presunta smania di protagonismo, quindi un vero e proprio “sbarramento” ad ostacolare il naturale ruolo di coordinatore delle inchieste sulla mafia. Dopo quest’azione di delegittimazione, il 23 maggio 1992 al suo ritorno da Roma, dove era stato nominato procuratore nazionale antimafia, durante il tragitto verso casa il giudice Giovanni Falcone, che già nel 1989 era scampato ad un attentato, trovó la morte.

Per commettere il delitto furono assoldati ben cinque uomini, tra cui Giovanni Brusca che fu la persona che fisicamente azionò il telecomando, i quali riempirono di tritolo un tunnel che avevano scavato sotto l’autostrada nei pressi di Capaci (per assicurarsi la buona riuscita del delitto, ne misero circa 500 kg). Fu una strage (“l’attentatuni”) nella quale persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e tre uomini della scorta (Antonio Montinari, Vito Schifani e Rocco Di Cillo). Questo atto segnò la fine di un uomo (e l’inizio di un mito) che si è distinto nella lotta dello Stato contro la mafia.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: