Ancora minacce al Sindaco

Una busta contenente una lettera con minacce di morte, per la seconda volta in poco tempo, é stata recapitata al sindaco di Menfi, Michele Botta.  L’ha trovata nella cassetta della posta, nel primo pomeriggio di ieri, al ritorno a casa, dal Comune.  Botta, per la seconda volta è stato destinatario di una grave intimidazione.

La Giunta comunale esprime solidarietà al sindaco per il vile atto intimidatorio di cui è stato nuovamente vittima.  L’azione amministrativa portata avanti da Botta si è contraddistinta per la legalità e la salvaguardia del territorio, nel rispetto dei diritti dei cittadini e della tutela di ogni forma di libertà. La Giunta esprime piena solidarietà e pieno sostegno all’opera intrapresa dal sindaco e all’impegno che lo stesso continuerà portare avanti dalla parte dei cittadini onesti, contro le speculazioni ed i gruppi di interesse. I componenti la Giunta ritengono che l’allarmante azione contro il sindaco colpisce la società che lavora e produce per la crescita ed il benessere della comunità.

Certi che ogni Istituzione preposta si adopererà contro questo ed altri spiacevoli episodi, i componenti della Giunta, nel restargli vicino in questo particolare momento, esprimono tutta la loro solidarietà ed il loro sostegno personale ed amministrativo.
Ogni volta che un cittadino, o un uomo delle istituzioni, è fatto oggetto di intimidazioni per le sue scelte o per le sue posizioni siamo di fronte ad un problema di tutti indipendentemente dalle posizioni politiche di ognuno di noi. Ecco perchè condanniamo con fermezza il vile gesto e auspichiamo che le forze dell’ordine possano in breve tempo fare chiarezza.

Anche il Presidente del Consiglio comunale di Menfi, Antonino Buscemi, a nome di tutto il Consiglio comunale, e per esso della città, esprime piena solidarietà al sindaco Michele Botta destinatario di lettere intimidatorie.

Annunci

28 Risposte

  1. L’associazione L’ALTRASCIACCA, esprime tutta la solidarietà al Sindaco di Menfi, Michele Botta, per le vili minacce ricevute.

    “Rileviamo, ancora una volta” dicono dall’associazione saccense, “che nella nostra terra l’impegno contro la Mafia o la criminalità subisce alterne fortune: a Castelvetrano, terra di Matteo Messina Denaro, i Presidi dei Licei, “coraggiosamente” e senza vergognarsene, disertano, e fanno disertare agli studenti, un incontro su Paolo Borsellino, organizzato dal Comune con la presenza del Magistrato Antonio Ingroia ed un pentito di mafia;

    Ad Agrigento assistiamo quasi increduli ad un’escalation d’intimidazioni , nei confronti di chi istituzionalmente amministra alcuni territori, senza precedenti. Prima il Presidente D’Orsi, poi il Sindaco di Porto Empedocle Firetto ed ora, e per la seconda volta in quindici giorni, il Sindaco di Menfi”.

  2. Intimidazioni in provincia, solidarietà del sindaco di Agrigento Marco Zambuto

    Il sindaco di Agrigento Marco Zambuto esprime, a nome personale e dell’intera Giunta, la solidarietà al sindaco di Menfi Michele Botta ed all’assessore comunale di Palma di Montechiaro Giuseppe Vinciguerra oggetto di gravi atti di intimidazione.
    “Onesti ed integerrimi amministratori locali sono nel mirino di chi vuole fare arretrare lo sviluppo delle comunità amministrate – dichiara il sindaco. Sicuramente non saranno questi atti a frenare l’azione di rinnovamento fortemente portata avanti nel segno della correttezza e della legalità. Auspico che la magistratura e le forze dell’ordine possano fare al più presto luce sulle azioni intimidatorie che nell’ultimo periodo hanno coinvolto anche il presidente della provincia D’Orsi ed il sindaco di Porto Empedocle Firetto, sicuro che la civile convivenza e la legalità avranno salda affermazione”.

  3. Gianfranco Miccichè: “Le minacce agli onesti rafforzano gli ideali”

    “L’atto intimidatorio che intende colpire degli amministratori come Michele Botta, sindaco di Menfi,Calogero Firetto ,sindaco di Porto Empedocle,Eugenio D’Orsi, presidente della provincia di Agrigento e come Vincenzo Vinciguerra assessore alle attività sociali del comune di Licata ha come unica conseguenza che gli stessi lavoreranno con più determinazione nella loro missione di amministratori. “Lo afferma il sottosegretario Gianfranco Miccichè che aggiunge:” Sicuro che gli ideali che accomunano questi uomini diventano più forti dopo le minacce di morte esprimo la mia vicinanza e tutta la mia solidarietà a questi amministratori in attesa che le Forze dell’ordine facciano al più presto luce su questi vergognosi atti che offendono tutti i siciliani.

  4. Solidarietà di Leo Vinci al Sindaco di Menfi

    Il Consigliere provinciale del gruppo Forza del Sud, Leo Vinci, nell’apprendere dell’ennesimo atto intimidatorio ai danni del sindaco di Menfi dott Michele Botta ha così commentando il grave fatto “Ci troviamo di fronte all’imbarbarimento della politica e alla crisi di valori. Da troppi anni, nella nostra provincia, fare l’Amministratore di un Ente Locale è diventato un rischio soprattutto per quelle persone oneste che vogliono voltare pagina. L’ennesimo atto intimidatorio nei confronti del sindaco di Menfi, Michele Botta è la prova provata che oggi più che mai necessario fare quadrato attorno agli amministratori ma non con le parole bensì con fatti concreti. Gli amministratori locali sono diventati il parafulmine di tutte le disfunzioni ed inefficienze di quanti vivendo a Roma nei palazzi del potere non riescono a vedere le problematiche dei comuni dove il Sindaco diventa oggetto di attacco perché non è in condizioni di far cambiare una lampadina della pubblica illuminazione in quanto non ci sono soldi. Ha ragione il Presidente della Provincia quando attacca la classe politica nazionale e soprattutto l’indifferenza. Davanti a queste volgari e pericolose minacce, che rendono ancora più faticoso il lavoro di un Amministratore, occorre una sollevazione popolare sia della classe politica che deve intervenire con fatti concreti in favore delle autonomie locali e delle persone oneste per respingere questi tentativi di una minoranza che non vuole ad ogni costo il cambiamento nel modo di fare politica. Oggi fare politica deve significare per ognuno di noi, essere al servizio della gente e del territorio. A Michele Botta esprimo piena solidarietà e sono al suo fianco per qualsiasi iniziativa democratica che vorrà mettere in atto”.

  5. Solidarietà all’amico Michele Botta Sindaco di Menfi

    Congiuntamente alla solidarietà espressa dalla giunta e dal consiglio comunale di Menfi al sindaco Botta giunga all’amico Michele il mio fraterno incoraggiamento e sostegno nell’andare avanti con rettitudine per la strada intrapresa . L’accanimento con cui è vittima di intimidazioni mafiose, ripetute nel giro di pochi giorni, è un chiaro segnale che i vili gesti mafiosi non producono e non produrranno effetto alcuno sull’azione amministrativa. Il Sindaco Michele Botta non è solo, ha dalla sua parte non solo la politica e le istituzioni tutte ma sopratutto la cittadinanza e più in generale i Siciliani onesti che sono stanchi di assistere a tali gesti. Oggi a Menfi e Palma di Mntechiaro, dove anche l’assessore comunale alle Politiche sociali , Giuseppe Vinciguerra, è stato per la seconda volta oggetto di intimidazioni ed a cui estendo la mia solidarietà, come a Porto Empedocle dove qualche giorno fà ne è stato vittima il Sindaco Firretto e prima di lui il Presidente della Povincia D’Orsi, in tutto il territorio Agrigentino è palese un’agressione a danno degli amministratori che non può passare inosservata e che necessita di una reazione forte della società onesta e delle istituzioni tutte.
    Michele Cimino

  6. Solidarietà al sindaco Botta

    Il sindaco di Sciacca Vito Bono esprime solidarietà al sindaco di Menfi Michele Botta e profonda inquietudine per il susseguirsi di vili azioni criminali volte a intimidire gli amministratori locali e a turbare il clima politico. Il sindaco Bono chiede anche una forte azione affinché si vada al di là delle parole a sostegno degli amministratori locali. “Quello che sta accadendo nelle ultime settimane in provincia di Agrigento è allarmante – dichiara il sindaco Vito Bono –. Gli attacchi a rappresentanti delle istituzioni, a sedi sindacali, stanno aumentando in maniera molto preoccupante. E non ci sono più parole per esprimere la ferma condanna per queste manifestazioni mafiose che puntano a destabilizzare, a colpire nel cuore chi si impegna tra mille difficoltà nelle istituzioni con sacrificio e responsabilità. All’amico sindaco Michele Botta esprimo tutto il mio affetto, la mia vicinanza umana e la mia solidarietà istituzionale per il secondo, gravissimo, atto intimidatorio subito nel giro di poche settimane. È uno stillicidio continuo di minacce al quale le forze dell’ordine, la magistratura, debbono porre fine. Non si può governare una comunità, una provincia, sotto attacco, sotto minaccia. Gli amministratori locali non possono essere lasciati soli in prima linea. Occorre una forte e ferma reazione a tutti i livelli istituzionali e si vada al di là delle parole”.

  7. SOLIDARIETA’ DEL SINDACO
    PACE AL SINDACO BOTTA E
    ALL’ASSESSORE VINCIGUERRA

    “Siamo tutti indignati”. Così il sindaco di Ribera, Carmelo Pace, commenta i due atti intimidatori avvenuti nel nostro territorio e che questa volta sono stati indirizzati al sindaco di Menfi Michele Botta e all’Assessore alle Politiche Comunitarie di Palma di Montechiaro Giuseppe Vinciguerra. “Al sindaco Botta, all’assessore Vinciguerra e alla moglie, la dottoressa Celona – continua il Sindaco – esprimiamo tutta la nostra solidarietà. Ormai ogni giorno ci troviamo a commentare questi inquietanti episodi: è una situazione divenuta intollerabile, un’emorragia che, attraverso un lavoro sinergico, dobbiamo tamponare immediatamente. Il nostro territorio e le Istituzioni che lo rappresentano devono unirsi nella lotta alla criminalità organizzata e fronteggiarla, continuando a lavorare, senza indietreggiare minimamente, con impegno e dedizione per il bene della collettività”.

  8. Solidarieta’ sindaco Botta di Menfi

    A nome mio e del Comitato cittadino di San Filippo del Mela esprimo sentita solidarieta’ al Sindaco M. Botta di Menfi per i vili attenati che ha subito nella sua qualita’ di Sindaco.
    M. Botta e’ un Sindaco, tra i tanti siciliani, impegnato
    e firmatario della proposta di legge per la Ripubblicizzazione del Servizio Idrico Integrato, che in questi ultimi anni ha portato avanti progetti per la legalita’ , democrazia e sviluppo del suo comune e della Sicilia.

    Chiedo a tutto il Popolo dell’Acqua Pubblica di esprimere solidarieta’ .

    Propongo al Forum regionale e a tutti i forum provinciali di organizzare, in breve tempo, un incontro/manifestazione regionale a Menfi, coinvolgendo sindaci, deputati, movimenti
    , associazioni, rappresentanti del clero, personalita’
    della cultura e della scienza e semplici cittadini per respingere fortemente tutti i tentativi di involuzione e regresso della nostra Terra.

    egidio maio – forum messina

    • Mi associo, anche a nome del forum provinciale acqua-beni comuni di Agrigento, al pensiero di Egidio Maio.
      Ritengo che la situzione a Menfi stia diventando insostenibile. Atti intimidatori a ripetizione contro il sindaco, qualche giorno fa i danneggiamenti alla CGIL Non e’ possibile non fornire una risposta corale di solidarieta’ palpabile, senza ditinzioni di sigle, ad un simbolo della strenua difesa dell’acqua pubblica, come il sindaco Botta, dagli attacchi di chi, forse, vede nella gestione del bene comune una fonte di ricchezza speculativa.

      Concordo quindi con la manifestazione regionale a Menfi.
      Suggerirei, sentiti gli esponenti locali, la giornata di
      venerdi’ 28 gennaio.

      vincenzo lombardo

  9. IL SINDACO DI VITTORIA: “SONO VICINO A MICHELE BOTTA”

    “Sono vicino a Michele Botta, che è un sindaco impegnato in prima linea nelle battaglie a sostegno della legalità e che è tra i firmatari della proposta di legge per la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato”.

    Il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, nella foto, esprime solidarietà al primo cittadino di Menfi, Michele Botta, fatto oggetto di un’altra intimidazione. Una lettera con minacce di morte, infatti, gli è stata recapitata ieri: già a metà novembre scorso era stato destinatario di un’altra lettera di intimidazione.

    “Accolgo l’appello lanciato dal Forum regionale degli enti locali per l’acqua pubblica – ha continuato Nicosia – per organizzare a breve un incontro-manifestazione regionale a Menfi, coinvolgendo sindaci, deputati, movimenti, associazioni, rappresentanti del clero, personalità della cultura e della scienza e semplici cittadini per respingere con forza i tentativi di involuzione e regresso della nostra terra.

    A quell’incontro – ha concluso – io sarò presente e sarò al fianco di Michele Botta”.

  10. SOLIDARIETA’ A MICHELE BOTTA DAL FORUM SICILIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA

    Il forum siciliano dei movimenti per l’acqua esprime la propria solidarietà e vicinanza al Sindaco di Menfi Michele Botta, per il vile atto intimidatorio subito in questi giorni. 
    Se la cultura mafiosa è la cultura del silenzio, dell’intimidazione e dell’arroganza, la cultura del forum siciliano dei movimenti per l’acqua è quella dell’antimafia, della giustizia sociale e della partecipazione dal basso che si ribella quotidianamente a questi segnali inquietanti. 

    Michele Botta, protagonista  delle lotte contro coloro che vogliono fare profitto sul bene comune più prezioso, in questi anni ha profuso un grande impegno per la difesa dell’acqua pubblica portandone testimonianza anche al di fuori del suo Comune. 
    E noi crediamo che il suo lavoro e il suo operato debbano essere difesi come un bene comune.

    forum siciliano dei movimenti per l’acqua

  11. solidarietà anche dall’Osservatorio dell’Acqua della Provincia di Ancona.
    Mauro Coltorti

  12. Solidarietà al Sindaco di Menfi, Michele Botta anche dal comitato ACCAdueò (Pesaro e Urbino).

    Francesco Veterani
    ACCAdueò

  13. COMUNICATO STAMPA FEDERAZIONE REGIONALE DEI VERDI

    La Federazione regionale dei Verdi di Sicilia esprime la propria solidarietà al Sindaco ,della città di Menfi Michele Botta a seguito del vile atto intimidatorio di cui è stato vittima. Siamo certi che tali atti sono causati da comportamenti amministrativi ,oppure, da atti politici che danno fastidio agli attori del malaffare e dell’illegalità non proficuamente combattuta dal governo Berlusconi. La determinazione del Sindaco Botta di opporsi a tutti coloro che vogliono lucrare ,a danno dei cittadini, attraverso la privatizzazione del servizo dell’acqua, che è un bene comune non commerciabile. Auspichiamo,pertanto, che il fronte
    della lotta contro la “privatizzazione” dell’acqua trovi nel breve futuro unità di azione per raggiungere i comuni obiettivi.
    Carmelo Sardegna cordinatore regionale Verdi
    Sicilia.

  14. Escalation atti intimidatori, lettera di Lazzano e Di Paola ai ministri Alfano e Maroni

    Il consigliere provinciale Mario Lazzano e Fabrizio Di Paola, consigliere comunale di Sciacca, hanno inviato una lettera al ministro della Giustizia Angelino Alfano, al ministro dell’interno Maroni, e al sottosegretario all’Interno Mantovano, dopo i recenti fatti di cronaca di cui sono stati vittima alcuni esponenti politici del nostro territorio.

    “Nella nostra qualità rispettivamente di Consigliere Provinciale di Agrigento e di Consigliere Comunale di Sciacca manifestiamo viva preoccupazione per i ripetuti atti di intimidazione recentemente verificatisi ai danni di amministratori locali del nostro territorio.

    Da ultimo, in particolare, nei confronti del Presidente della Provincia di Agrigento e dei Sindaci di Porto Empedocle e Menfi.

    Tali fatti stanno creando allarme sociale e turbamento nella popolazione e nei tanti amministratori pubblici che quotidianamente esercitano il loro mandato nell’interesse della collettività.

    Invitiamo pertanto le SS.LL a prestare la dovuta ed opportuna attenzione ai fatti di cui sopra ed a porre in esser ogni necessaria iniziativa atta a prevenire e reprimere gli incresciosi fatti che si sono verificati.

    A tal fine si auspica un rafforzamento dei presidi di sicurezza e delle forze di polizia operanti sul territorio dell’intera Provincia di Agrigento”.

  15. Dal Coordinamento Campano per l’Acqua pubblica si esprime la più piena Solidarietà al Sindaco Michele Botta, ancora una volta minacciato da chi non ha valori, da chi conta meno che niente.

    Come dice Don Ciotti: “ dobbiamo indignarci “, fortemente indignarci dico io.

    In questi giorni, nel Comune dove vivo c’è stato un delitto di camorra: un innocente è stato ucciso da una pallottola vagante, mentre era a lavorare nella sua officina. Era il papà di una giornalista de Il Mattino, quotidiano napoletano: Mary Liguori. Mary ha scritto una lettera chiedendo a chi sa e/o ha visto di parlare. Poi esprime la forte voglia di andare via ma poi riprende dicendo: “non sono io che devo andare via,se ne andassero loro!”

    Se ne andassero loro da San Giorgio, dalla Campania, dalla Sicilia…se ne andassero a quel paese, e per sempre.

    C’è gente onesta, che vuole costruire qualcosa di migliore per le future generazioni. Ma non ne hanno figli i delinquenti? Cosa possono aspettarsi dal futuro? Chi semina vento raccoglie tempesta, dice un detto.

    Auguro al Sindaco Botta, ma anche a chi lo sta affiancando in questo difficile momento, ad es. al Sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, di non demordere, sappiano essi che con loro ci saranno sempre i loro cittadini, e ci saremo anche noi.

    Chi volesse leggere la storia di quanto accaduto a Mary si colleghi a: http://www.comitatocittadinosangiorgioacremano.it

    Con stima

    Consiglia Salvio del Coordinamento Campano per la gestione pubblica dell’acqua

    http://refacquacampania.blogspot.com/

  16. Solidarietà dal Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri”

  17. Anche dall’Amiata piena solidarietà a Michele Botta, sindaco coraggioso e di grande esempio per tutti noi. Con sincero affetto

    Comitato Ambiente Amiata

    Abbadia San Salvatore (Siena)

  18. Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua esprime tutta la sua vicinanza e solidarietà al Sindaco Michele Botta per il vile atto intimidatorio subito.

    Si scrive acqua, si legge democrazia e lotta alle mafie!

    La Segreteria Operativa Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

  19. Ciao

    Solidarietà a Michele Botta

    Riproponiamo l’intervento di Michele Botta

    …che coinvolga tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito

    la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale,

    della indifferenza,della contiguità e quindi della complicità. (Paolo Borsellino)

    http://manifestopea.wordpress.com/ (2008c)

    Nb. Interventi presenti nel Video – 7 di 22:

    Vito Ferrantelli – Sindaco di Burgio (Provincia Agrigento Sicilia)
    Michele Botta Comune di Menfi ( Provincia di Agrigento Sicilia)

    Saluti

    Massimiliano P

  20. Anche il comitato spontaneo di lotta contro Acqualatina di Formia esprime
    la sua solidarietà al sindaco di Menfi

  21. Solidarietà al Sindaco di Menfi Michele Botta anche dal Comitato Acqua Pubblica di Pistoia

    dicendo : AVANTI Sindaco dietro di te hai tutto il popolo dell’acqua che non ti lascerà solo

    Rosanna Crocini

  22. Solidarietà affettuosa dal Comitato acqua Pubblica di Aprilia.

    Alberto De Monaco

    ciao, GRAZIE Alberto De Monaco

  23. Il Difensore Civico esprime il suo disappunto per ciò che da qualche tempo sta purtroppo caratterizzando il comune di Menfi.
    Lettere anonime, a contenuto intimidatorio e diffamatorio indirizzate al Sindaco, fatte recapitare al suo domicilio privato e che coinvolgono non solo la sua persona, ma anche i suoi familiari.
    Penso che chi compie azioni simili sia persona vile e meschina, pericolosa per la società.
    Esprimo piena solidarietà al Sindaco e lo invito a considerare questi atti degni di nessuna considerazione, tendenti solo a danneggiare l’immagine della nostra amata città e della società civile che la compone.
    Penso con ciò di esprimere l’opinione di tutti i cittadini onesti e leali che sicuramente si stringono attorno al loro primo cittadino e che per il futuro sperano di non essere mai più alla ribalta di cronache di così basso livello

    Il Difensore Civico
    Dott.ssa Eleonora Cacioppo

  24. Caro Sindaco,
    Ti giunga in nome dell’intero Consiglio Comunale di Cammarata che mi onoro di presiedere, la piena solidarietà, che sia per Te di conforto, affinchè continui l’arduo compito di guida del Tuo Paese, nonostante il vile atto intimidatorio, perpetrato ad arte con l’assurdo intento farTi desistere dal Tuo serio ed instancabile impegno civile e politico.

    Un affettuoso abbraccio

    Nicolo’ Gabriele Madonia

    Presidente del Consiglio Comunle di Cammarata

  25. Esprimo tutta la mia solidarietà anche a nome del movimento che rappresento.
    Nino Cerruto
    Consigliere Comunale
    Una Nuova Prospettiva
    Modica

  26. La lettera di solidarietà al Sindaco di Menfi, Dott. Michele Botta, da parte del Sindaco di Piazza Armerina, Fausto Carmelo Nigrelli.

    _____________

    Gentile collega,

    a nome mio e di tutta l’Amministrazione comunale di Piazza Armerina desidero esprimere la piena solidarietà a seguito dei vili avvertimenti intimidatori subiti.

    Tutto il comune di Piazza Armerina, che mi onoro di rappresentare, ha sempre espresso ammirazione riguardo l’impegno ed il coraggio civile di tutti coloro che con serietà e rigore affrontano ogni giorno la lotta per l’affermazione della legalità nel proprio territorio di competenza.

    A Te ed a quanti vogliono continuare, nonostante le pesanti minacce subite, ad agire nella legalità e nell’ossequio delle regole democratiche, va tutto l’appoggio convinto di ogni amministratore locale e di quanti credono, come noi, nell’importanza del rispetto delle istituzioni che inizia col non cedere mai di fronte ai ricatti della criminalità.

    Il Sindaco
    Fausto Carmelo Nigrelli

  27. Il Sindaco ed il Presidente del Consiglio di BUSCEMI (SR) comunicano la loro piena adesione all’iniziativa del Consiglio Comunale aperto del 15/2/2011 – Esrpimono la piena e totale solidarietà al Sindaco Dott. Michele Botta, per il suo impegno a difesa della legalità e per la sua lotta contro ogni tentativo di speculare e lucrare su servizi di primaria necessità.
    Non potendo materialmente essere presenti per il giorno 15/02/2011 inviano la loro adesione morale con la presente ed anche via fax.
    f.to: IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
    Dott Sebastiano Carbè

    f.to: IL SINDACO
    Giuseppe Giansiracusa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: