Botta scrive a Tremonti “La Sicilia ha bisogno di una boccata d’ossigeno”

Maggiore attenzione per la Sicilia“. E’ questo che chiede il sindaco di Menfi, Michele Botta, tramite una lettera inviata al ministro dell’Economia Giulio Tremonti che riportiamo integralmente

“Mentre la politica nazionale, un giorno si e un giorno no, s’interroga se tornare a votare oppure no, c’è una Sicilia ridotta ad una polveriera, pronta ad esplodere. Lei ha più volte ripetuto che vuole salvare il Sud e la Sicilia, ha parlato di un piano straordinario, di miliardi, di progetti e programmi. Tutto molto bello, di sicuro. Però, se vuole davvero fare qualcosa di concreto ed evitare il collasso della Sicilia e delle famiglie siciliane, può cominciare a farlo con una semplice telefonata: chiami un semplice direttore generale dicendo di sbloccare i finanziamenti, i quasi cinque miliardi di Fondi Fas, per aprire subito i cantieri-lavoro che potrebbero dare lavoro a quarantamila persone per qualche mese. Una boccata d’ossigeno, certo, ma per un territorio che rischia di affogare si tratterebbe di un segnale certamente importante, specie per le tantissime persone che potrebbero subito essere occupate per almeno quattro mesi: ci sono 1750 opere su cui lavorare immediatamente, dopo che con 390 Comuni siciliani abbiamo presentato i progetti cantierabili.

Potrebbe poi, onorevole Tremonti, accelerare quelle procedure per dare il via ai finanziamenti delle opere pubbliche. Vede, in questi mesi il mio Comune ha investito molto in termini di uomini e di tempo nella realizzazione di un corposo parco progetti per opere pubbliche che potrebbero diventare una concreta opportunità di lavoro per centinaia di miei concittadini: opere che vanno dal sistema fognante delle borgate, al potenziamento del nostro depuratore comunale, passando per quelle importanti opere di urbanizzazione dei quartieri periferici: tutto ciò, oggi, è pronto, è cantierabile ed attende solo uno Suo cenno.

Questi sarebbero autentici segnali di interesse per i nostri concittadini che consentirebbero di mettere a tacere anche quelle voci, sempre più insistenti, che il Governo italiano è un Governo a trazione lega nord, anche con il Suo benestare. Anche perché quando si utilizzano i Fas per pagare le quote latte degli allevatori del Nord

A prescindere dalle richieste di Bossi o dai famosi sondaggi, noi abbiamo l’esigenza di avere finanziati i nostri progetti: tantissime persone potrebbero subito essere occupate. E, oggi, non possiamo più aspettare i capricci leghisti ai quali, probabilmente, sfugge che in Sicilia c’è gente che comincia a morire di fame”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: