Gala Italia, il vino di Menfi trionfa a New York

La manifestazione, giunta alla sua 25ma edizione, ha mobilitato operatori e giornalisti degli stati della Costa Atlantica degli USA che, in numero record, hanno affollato i grandissimi saloni al sesto e settimo piano del Marriott.
E’ stato il piu’ prestigioso “Made in Italy” nel suo complesso che e’ stato presentato alla ribalta nuovaiorchese, dove la moda, il vino, la gastronomia, la musica, l’arte e il design sono stati i protagonisti indiscussi, quali prodotti emblematici del “Made in Italy”. L’evento, si e’ svolto sotto l’alto patrocinio dell’Ambasciatore Italiano a Washington, Giulio Terzi di Sant’Agata.
Ospite d’onore del GALA ITALIA e’ stata la notissima personalita’ televisiva Simona Ventura, che e’ venuta appositamente a New York per celebrare i 25 anni di vita del GALA ITALIA, spegnendo anche le candeline della grande torta che e’ stata appositamente preparata per l’occasione dallo Chef pasticciere del SD26, uno dei piu’ noti ristoranti di New York. Simona Ventura ha quindi ricevuto una targa in riconoscimento ed in segno di apprezzamento per la sua attivita’ in favore del Made in Italy nel mondo. Simona Ventura si e’ quindi intrattenuta in un siparietto con il presidente dell’Italian Wine & food Institute, Lucio Caputo in un divertente siparietto fra i flash dei fotografi e le riprese televisive.
La data del 25 febbraio, anniversario della 25esima edizione del GALA ITALIA, è stata formalmente proclamata dal Sindaco di New York, Michael Bloomberg, “Italian Wine & Food Institute Day“.
Nel suo proclama il Sindaco Bloomberg ha asserito che la città di New York “è orgogliosa di ospitare la 25esima edizione del GALA ITALIA”. “Per oltre 25 anni l’Italian Wine & Food Institute”, prosegue il proclama, “si è dedicato a promuovere e a educare i consumatori americani sui vini, il cibo, la moda, l’arte ed il disegno italiano così come su ogni prodotto che orgogliosamente porta il logo Made in Italy”.
“Dai seminari alle degustazioni, alle ricerche di mercato e ai sondaggi, l’Italian Wine & Food Institute”, continua il proclama, “è la fonte più importante per tutti i cittadini di New York che amano l’Italia”.
Il GALA ITALIA è “una meravigliosa celebrazione dell’Italian Wine & Food Institute e della qualità dei prodotti che promuove, fra cui le nuove Fiat 500, le Vespa della Piaggio e la moda. “L’evento di quest’anno”, sottolinea ancora il proclama del Sindaco, “sarà sicuramente uno dei più eccitanti fin ora realizzato”.
“A nome della Città di New York”, conclude il Sindaco Bloomberg nel suo proclama, “desidero complimentarmi con l’Italian Wine & Food Institute per l’instancabile attività che svolge per rafforzare i legami fra gli Stati Uniti e l’Italia”.
Il GALA ITALIA si e’ aperto con una colazione-degustazione “The Taste of Italy” nel corso della quale sono stati degustati, con uno speciale menu’ predisposto dallo Chef Armando Monterroso, una selezione di vini di particolare pregio appositamente selezionati dalle case vinicole partecipanti. In tale occasione i produttori hanno avuto la possibilita’ di intrattenersi informalmente con i giornalisti vinicoli presenti.
Elemento portante del GALA ITALIA e’ stato il grande Wine & Food Tasting che ha visto coinvolti in prima persona i principali produttori vinicoli italiani e i loro migliori vini. Molti di questi produttori si distinguono quotidianamente per il loro prezioso contributo nel diffondere la corretta cultura e conoscenza del vino italiano e sono i paladini dell’importazione del vino italiano di qualita’ nel mercato americano.
Nel corso del Wine Tasting sono stati degustati 207 vini di 58 case produttrici provenienti dalle principali zone vinicole italiane; sono state aperte oltre 5.900 bottiglie e usati oltre 36.000 bicchieri; oltre 2.500 operatori, giornalisti e VIP presenti, (fra cui oltre 1.400 importatori, grossisti e dettaglianti provenienti dagli altri stati dell’Est degli USA, 480 ristoratori e 450 giornalisti, numerose reti televisive).
Un altro evento di notevole importanza della 25esima edizione del GALA ITALIA, e’ stato costituito dalla partecipazione di una selezione di case vinicole siciliane altamente qualificate, che hanno presentato i loro migliori vini agli operatori ed ai giornalisti presenti. La partecipazione, sponsorizzata e curata dall’Istituto Regionale Vite e Vino di Palermo, e’ stata completata da una Cena di Gala Siciliana e dall’estrazione di un viaggio in Sicilia fra i giornalisti presenti.
Durante il Wine & Food Tasting i produttori vinicoli hanno ricevuto la tradizionale “Gold Medal” che una giuria americana ha assegnato al miglior vino di ciascuna casa partecipante. La medaglia, e’ stata appositamente predisposta per il GALA ITALIA dal prestigioso orafo vicentino Fabrizio Vezzaro.
Molto qualificata, come da consuetudine, anche la partecipazione dei ristoranti italiani che hanno incluso nomi di grande prestigio che vanno da Serafina, il ristorante del Jet Set Internazionale, al nuovissimo ed elegante SD26 di Toni May, dal famoso Osteria del Circo di Sirio Maccioni al nuovo Sora Lella.

E’ stata una iniziativa di grandissimo spessore e di altissimo livello, come ha sottolineato Lucio Caputo, presidente dell’Italian Wine & Food Institute che ha voluto e curato la manifestazione, che si e’ estesa oltre la tradizionale e notevole rilevanza commerciale, e che ha dato un notevole prestigio ed immagine al “Made in Italy” visto nel suo complesso.
Il GALA ITALIA, la cui prossima edizione si terra’ a New York il 10 febbraio 2011, e’ stato organizzato, sotto l’alto patronato dell’Ambasciatore Italiano a Washington, dall’Italian Wine & Food Institute e dall’Istituto Commercio Estero, in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano, l’Istituto Regionale Vite e Vino di Palermo, l’Alitalia e l’ufficio di New York dell’ENIT.
Il GALA ITALIA sara’ seguito, lunedi 1 marzo, dall’ITALIAN WINE GALA di Los Angeles.

I vini premiati con le “Gold Medal”:
Abraxas, Passito di Pantelleria DOC 2006; Alessandro di Camporeale, Kaid Syrah IGT Sicilia 2007; Alto Belice, Trerre’ Catarratto Monreale DOC 2007; Marchesi Antinori, Chianti Classico DOCG Riserva 2005; Astoria, Prosecco Valdobbiadene DOC, Spumante Millesimato 2009; Baglio del Cristo, Syrah IGT Sicilia 2007; Barbera, Coda della Foce Rosso Menfi DOC 2006; Bava, Barolo DOCG 2005; Belpoggio, Brunello di Montalcino DOCG Mediterranean 2007; Bertani, Villa Arvedi Amarone della Valpolicella DOC 2004; Jacopo Biondi Santi, Schidione Toscana IGT 2001; Bottega Vinaia, Teroldego 2004; Cantina di Montalcino, Brunello di Montalcino DOCG 2004; Casa di Grazia, Gradiva Collectio Sicilia IGT Nero d’Avola 2007; Castello di Fonterutoli, Poggio alla Badiola IGT Toscana 2007; Castello di Gabbiano, Chianti Classico Riserva DOCG 2005; Castello di Querceto, Il Sole di Alessandro, Colli Toscana C. IGT 2004; Michele Chiarlo, Barolo Tortoniano DOCG 2005; Concadoro, Chianti Classico DOCG Concadoro Caravaggio 2006; Concilio, Pinot Noir 2006; Corbera, Isola d’Oro IGT Sicilia Rosso 2008; Coste del Faena, Merlot Umbria IGT 2008; D’Ancona, “Cimillya”, Passito di Pantelleria DOC 2007; Donna Cristina, Merlot 2008; Duca di Castelmonte, Dinari del Duca Syrah Sicilia IGT 2007; Falchini, Rosso IGT Toscana “Campora” SuperTuscan 2004; Fazi Battaglia, “San Sisto”, Verdicchio Castelli di Jesi DOC Ris. 2005; Feudi di San Gregorio, Falanghina 2008; Marco Maci, “Fra Diavolo”, Salento IGT Primitivo 2007; Madrigale, Primitivo di Manduria DOC 2006; Marchesi di Barolo, Sarmassa, Barolo DOCG 2005; Meloni, Le Ghiaie, Cannonau di Sardegna DOC Riserva 2005; Fattoria di Montecchio, IGT “Pietracupa” Selezione 2004; Fratelli Muratori, Oppida Aminea Caracena Falanghina 2008; Planeta, La Segreta Rosso Sicilia Igt 2008; Rocca delle Macie, Ser Gioveto IGT Toscana 2003; Gigi Rosso, Barolo DOCG 2005; Ruffino, Riserva Ducale Oro Chianti Classico Riserva DOCG 2005; Sella & Mosca, Cannonau di Sardegna DOC 2006; Tenuta di Arceno, Chianti Classico Riserva DOCG 2005; Tenuta di Biserno, Coronato, Bolgheri DOC, Tenuta dei Pianali 2006; Tenuta Gatti, Curpane, Mamertino DOC Rosso 2008; Tenuta Ormanni, Chianti Classico DOCG Riserva 2004; Tiburzi, Sagrantino di Montefalco DOCG, Passito-Scacciamerli 2005; Franco Todini, Preda del Falco Sagrantino di Montefalco DOCG 2005; Travaglini, Gattinara DOCG 2004; Villabella, Amarone della Valpolicella DOC 2004.

I vini presentati alla Cena di Gala Siciliana:
Baglio del Cristo di Campobello, Laudari Chardonnay 2007; Tenuta Gatti, “Curpane”, Rosso Mamertino DOC 2008; Corbera, Le Contrade Syrah Casalbianco IGT Sicilia 2009; Alto Belice, Tre Feudi, Nero d’Avola IGT Sicilia 2008; Alessandro di Camporeale, Kaid Syrah IGT Sicilia 2007; Casa di Grazia, Gradiva Collectio Sicilia IGT Nero d’Avola 2007; Cantine Barbera, Coda della Foce Rosso Menfi DOC 2006; Pellegrino-Duca di Castelmonte, Tripudium Rosso Sicilia IGT 2006; Abraxas, Passito di Pantelleria DOC 2006; D’Ancona, Cimillya, Passito di Pantelleria DOC 2007.

(fonte http://www.viniesapori.net/ )

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: