Menfi contro la privatizzazione dell’acqua

In piazza il no all’Ato idrico e alla consegna degli impianti

Con le pistole ad acqua puntate verso chi veniva a chiedere la consegna delle reti. Così questa mattina a Menfi si è presentata la città, riunitasi attorno ad una seduta consiliare aperta, svoltasi in piazza Vittorio Emanuele alla presenza di circa tre mila persone.
Menfi, quindi, è ancora in prima linea nella battaglia contro la privatizzazione dell’acqua in Sicilia. La mobilitazione popolare era tesa a protestare in piazza contro l’arrivo del commissario che era atteso in mattinata. Commissario che non si è visto. Al Consiglio comunale erano presenti tanti sindaci dissidenti con i presidenti dei consigli delle città che condividono la lotta per il mantenimento dell’acqua pubblica.

Non possiamo restare inerti – dice il sindaco di Menfi, Michele Botta, uno dei pochi che non ha ancora consegnato le reti –. Continueremo la battaglia di resistenza in modo fermo e deciso e lo faremo col sostegno dei cittadini e dei consigli comunali, a cui purtroppo viene meno il supporto della deputazione regionale e nazionale.

In piazza forte è stata la partecipazione della città intera, delle associazioni, del clero e dei movimenti “per continuare questa battaglia di libertà”.


Articolo e foto FGR

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: