Napolitano in Sicilia, a Gibellina l’incontro coi sindaci della Valle del Belice. Il sindaco di Menfi in rappresentanza dei comuni della provincia di Agrigento‏ e Palermo

i sindaci Botta e bonanno, il prefetto di trapani, la signora Clio e il Presidente Napolitano

Il presidente della repubblica Giorgio Napolitano ieri pomeriggio a Gibellina nuova,  sorta dopo la distruzione della cittadina provocata dal terremoto del Belìce nel 1968, per un incontro con i sindaci dei comuni terremotati delle province di Trapani e di Agrigento.  Sarà il sindaco di Menfi, Michele Botta a parlare alla prima carica dello Stato in rappresentanza dei comuni dell’Agrigentino e del versante Palermitano.

“Ha un significato particolare per noi ricevere il Presidente nella nostra Sicilia in questo giorno, che la memoria indissolubilmente lega a tristi ricordi, di giustizia venuta meno”

ha detto il Sindaco Botta nel giorno del 17mo anniversario della strage di Capaci.

“E anche questo luogo ha un forte valore simbolico. È il cuore di una Sicilia che non dimentica, che porta ancora nella terra e nell’animo le fratture di quella notte, mai così vicina come in questi giorni alle vittime d’Abruzzo”.

“Sappiamo bene che ancora oggi non tutto è stato ricostruito, ma la Valle del Belice si è lentamente risollevata grazie all’operosità dei suoi abitanti e all’impegno dei suoi Amministratori. Non una Sicilia che piange, ma una Sicilia che guarda con fiducia al futuro e alla forza dello Stato – dice il sindaco Botta -.
Ma ciò che abbiamo avuto non è ancora sufficiente a completare la ricostruzione. Sappiamo bene che chiedere oggi, quando migliaia di nostri fratelli sono sotto le tende in quelle città dell’Abruzzo, sembra non rivestire priorità nel Paese; pur tuttavia nel Belice, a volte abbandonato, a volte
non considerato, a volte ingiustamente criminalizzato, a distanza di tanti anni, esistono famiglie che aspettano ancora di ricostruire la prima casa”.

(fonte servizio stampa comune di Menfi)

Napolitano a sindaci Belice: Non vi stancate, Stato è con voi
Continuate negli sforzi per aprire nuove prospettive di sviluppo
(Apcom) – Molto si è fatto per la ricostruzione in Belice ma dopo più di 40 anni c’è ancora da fare. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, visita Gibellina nuova, nel trapanese, e accoglie le preoccupazioni dei sindaci dei 21 Comuni colpiti dal sisma del ’68 che lamentano un taglio delle risorse un tempo previste per la ricostruzione. Il capo dello Stato spiega di
“aver ascoltato dai sindaci lo sgomento per gli impegni assunti e non mantenuti e per le promesse vane: capisco l’esasperazione, ma lo Stato vi è vicino, deve esserlo e deve fare la sua parte oltre ad ammirarvi per ciò che avete fatto con le vostre forze”. Infine un appello:
“Non vi stancate – conclude Napolitano – continuate nello sforzo di iniziative, di operosità, di invenzione per aprire nuove prospettive id sviluppo”.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: